Avicii, il Doodle di Google oggi celebra il suo 32° compleanno a tre anni dalla morte

Articoli Consigliati

- Advertisement -

La musica e la vita fin troppo breve di Avicii sono messa in luce da un nuovo Doodle di Google, che domina la homepage di oggi, 8 settembre, in quello che sarebbe stato il suo 32° compleanno.
Un’illustrazione della star svedese, all’anagrafe Tim Bergling, converte il logo di Google in più di 46 paesi.

Cliccando si viene trasportati in un tour panoramico e animato della sua vita, con la colonna sonora del suo singolo di successo del 2013 “Wake Me Up”, con la voce di Aloe Blacc, hit numero uno al mondo.

L’artista del Doodle, Alyssa Winans, ha creato l’esperienza come un omaggio che metta insieme la musica, i ricordi e la salute mentale, inoltre coincide con la settimana mondiale della prevenzione del suicidio, che cade esattamente il 10 settembre.

- Advertisement -

“Sono molto grata di aver avuto l’opportunità di lavorare su questo doodle e di dare uno sguardo alla vita di Tim”, dice la Winans in una dichiarazione. “La sensazione di calore e meraviglia con cui si è avvicinato alla musica è stata un’enorme ispirazione per me. Ho voluto onorare Tim dedicando la maggior parte del video agli aspetti che amava di più della sua vita, pur includendo momenti simbolici che alludevano alle esperienze emotivamente più impegnative”.

“Dalla produzione di canzoni di successo che hanno scalato le classifiche internazionali ai festival in testa in tutto il mondo”, si legge in una dichiarazione di Google, “Tim sarà sempre ricordato come uno dei pionieri e dei visionari più influenti della musica dance elettronica”.

Avicii si è ritirato dal tour nel 2016 a causa problemi personali legati alla sua salute mentale, ed è morto suicida il 20 aprile 2018.

L’inizio della sua carriera

Tim Bergling è nato a Stoccolma l’8 settembre 1989, ha iniziato a mixare quando aveva solo otto anni. Il suo nome d’arte è nato quando ha aperto la sua pagina Myspace, Avicii significa “il livello più basso dell’inferno buddista”. Ha trovato la fama nel 2010 con la canzone “Seek Bromance“, che ha raggiunto il decimo posto nella classifica dei singoli del Regno Unito.

Successo internazionale

Nell’ottobre 2011 Avicii è diventato un nome internazionale quando ha pubblicato la canzone di successo “Levels“, che ha raggiunto la top 10 in tutta Europa, compreso il Regno Unito. È stata una delle prime canzoni elettroniche a trovare il successo pop mainstream. L’anno successivo ha collaborato a “Sunshine“, nominato ai Grammy, con David Guetta, ed ha anche fatto “House for Hunger“, un tour statunitense i cui ricavati sono andati in beneficienza per combattere la fame nel mondo. Dal 2011 al 2016, Bergling ha suonato circa 220 set come Avicii a livello globale, compresa una presenza di cinque anni a Ibiza.

Ha anche pubblicato il suo primo album in studio, True, che contiene “Wake Me Up” – doppiata da Aloe Blacc. Il suo secondo album, Stories, è uscito nel 2015 e il terzo è uscito nel 2019 dopo la sua morte. Avicii, nel corso della sua carriera, ha collaborato con artisti del calibro di Nile Rodgers, Robbie Williams, Chris Martin, Billie Joe Armstrong, Adam Lambert e Madonna.

I suoi singoli di successo includono ‘Collide’, ‘I Could be the One’, ‘You Make Me’, ‘Hey Brother’ e ‘Lonely Together’.

Il 26 marzo 2019, la famiglia di Bergling ha inaugurato una fondazione per la salute mentale e la prevenzione del suicidio, chiamata Tim Bergling Foundation. La fondazione lavora a livello internazionale, mira a educare le persone e le imprese sulle questioni che riguardano il suicidio e la salute mentale.

Avicii nel suo 32° compleanno viene celebrato così dal Doodle di Google

- Advertisement -

Non perderti anche