Spider-Man: No Way Home, il trailer richiama la scena finale di Gwen Stacy

Articoli Consigliati

- Advertisement -

Una clip del nuovo trailer di Spider-Man: No Way Home sta dando ai fan su Twitter grandi flashback di Gwen Stacy. Nei fumetti Marvel, Gwen Stacy è il primo amore di Peter Parker, prima di essere uccisa dal Green Goblin. Il personaggio è arrivato sul grande schermo con The Amazing Spider-Man del 2012 con Andrew Garfield. È stata interpretata dall’attrice Emma Stone, che ha poi ripreso il ruolo nel sequel del 2014.

L’abito dell’Uomo Ragno è ora di proprietà di Tom Holland, che ha interpretato il supereroe lancia-ragnatele come parte del MCU dal 2016 in Captain America: Civil War. Da allora, il personaggio ha avuto due film da solista che sono diventati dei grandi successi: Spider-Man: Homecoming (2017) e Spider-Man: Far From Home (2019). L’imminente terzo capitolo è previsto per arrivare nelle sale il 15 dicembre e vede protagonisti anche i pilastri della Marvel, tra cui Zendaya, Jon Favreau, Marisa Tomei e Benedict Cumberbatch come Doctor Strange. Spider-Man: No Way Home riporta anche alcuni dei cattivi più feroci di Peter Parker dai film passati, come Otto Octavius di Alfred Molina, Electro di Jamie Foxx e Green Goblin di Willem Dafoe.

Dopo che Spider-Man: No Way Home ha rilasciato il suo atteso secondo trailer, i fan non hanno potuto fare a meno di notare una particolare scena che ricorda in modo inquietante i momenti finali di Gwen Stacy in The Amazing Spider-Man 2. Gwen ha rapidamente fatto tendenza su Twitter, mentre i fan hanno analizzato il suggestivo riferimento tra i due film di Spider-Man. La scena arriva verso la fine del trailer, quando Peter allunga disperatamente la mano per cercare di salvare MJ (Zendaya) dalla caduta da un grattacielo. Tra i commenti che spiccavano c’era la teoria dei fan che questa sarebbe stata la scena in cui lo Spider-Man di Andrew Garfield sarebbe apparso per salvare MJ perché non è riuscito a salvare la Gwen di Emma Stone in TASM 2.

- Advertisement -

Si è a lungo vociferato che Spider-Man: No Way Home avrebbe avuto come protagonisti sia Garfield che Tobey Maguire, i due attori che hanno interpretato il supereroe nelle precedenti versioni del franchise. Anche se questo non è stato confermato, il prossimo film del MCU include importanti riferimenti all’intero universo di Spidey. Spider-Man: No Way Home riprende dopo gli eventi di Far From Home del 2019, che si conclude con Mysterio (Jake Gyllenhaal) che espone Peter al pubblico. Come ha rivelato il trailer di Spider-Man: No Way Home, Peter chiederà l’aiuto del Doctor Strange per ripristinare la sua identità segreta, ma la sua magia apre il multiverso e invita “visitatori” indesiderati.
Questa trama permette al MCU di rivisitare e collegare l’intero universo di Spider-Man in un’unica emozionante esperienza cinematografica. Mentre Garfield e Maguire hanno ripetutamente negato la loro partecipazione al prossimo film del MCU, il trailer rivela che almeno cinque supercriminali del passato dei vecchi film torneranno a dare la caccia a Parker. Di sicuro, questi riferimenti saranno nostalgici per i fan di Spidey che hanno seguito il supereroe da quando Maguire ha dato vita al personaggio dei fumetti in Spider-Man del 2002. La morte di Gwen Stacy è stato un momento particolarmente doloroso, perché è stata anche la fine dell’uscita di Garfield nei panni dell’amato supereroe. Dato che Spider-Man: No Way Home esplora il concetto di multiverso e di realtà alternative del MCU, i fan sono sicuramente pronti per un’avventura sulle montagne russe emotive.

- Advertisement -

Non perderti anche