And Just Like That, un periodo difficile ci porta verso la fine. Recensione episodio 9

468

Le ragazze tentano di rilassarsi mentre le relazioni si evolvono e la serie And Just Like That si avvicina alla conclusione. Finirà con un lieto fine o con il cuore spezzato?

And Just Like That 9

Ad un certo punto ho pensato, e se avessero deciso di mettere incinta Charlotte a 55 anni…, ho detto tra me e me mentre raccontava a Carrie e Miranda che non aveva il ciclo da quattro mesi. Ma non appena l’ho vista arrivare per dipingere il rifugio delle donne in una limousine bianca e un abbigliamento bianco, ho capito cosa stava arrivando.

L’episodio di questa settimana ha trascorso una quantità di tempo da far sbadigliare sul “dramma” mestruale. Prima c’era Charlotte, che traballava sull’orlo della menopausa e alla fine si ritrova con una gigantesca macchia rossa sui pantaloni.

Poi c’è stata sua figlia Lily e tutta la confusione che si è creata intorno all’uso del suo primo assorbente interno, senza considerare minimamente l’opzione C, ehilà pronto… volevate essere super avanti e non avete menzionato l’invenzione del nostro secolo, la coppetta mestruale.

Charlotte sembra gestire una clinica nel loro bagno, mostrando a Lily una moltitudine di metodi di inserimento dell’assorbente, tutto quell’addestramento va in pezzi quando Lily capisce che non riesce più a tirarlo fuori da sola, urlando a sua madre di aiutarla da dentro un bagno chimico.

È decisamente sembrato tutto un po’ troppo. Sembrava un tentativo bieco di alleggerire un episodio incentrato quasi interamente sui vari sforzi delle nostre eroine di alleggerire se stesse.

Se c’è qualcuno che ha bisogno di prendersi un bel calmante, quella è Miranda – e questo secondo Miranda. Lei e Che ora stanno uscendo insieme (o come lo definisce Che, “si stanno conoscendo”), ma Miranda è molto presa. È nella fase della luna di miele, ma è da sola in questa fase, lasciando casualmente volare l’etichetta di “fidanzata” di fronte a degli estranei, suscitando una reazione fredda da parte di Che.

Poi presentandosi inaspettatamente con biscotti e baci alla porta di Che, solo per essere respinta.

Miranda si sente improvvisamente una sciocca, o come dice lei, come una Meg Ryan stupida. Sta facendo tutte le cose stravaganti, romantiche e sdolcinate per le quali era solita rimproverare i suoi amici – specialmente Carrie.

Ricordate nella terza stagione di “Sex and the City” quando Miranda rimproverava a Carrie di trasformarsi in “una patetica, bisognosa, insicura vittima” ogni volta che si avvicinava a Big?

O nella sesta stagione quando ha urlato a Carrie in mezzo alla strada che stava “vivendo in una fantasia” quando ha deciso di fuggire a Parigi con il russo? Carrie non era molto scaltra quando si trattava di amore, e ora, nemmeno Miranda lo è. E a lei non piace.

Così cerca di fare la ritrosa, non rispondendo quando Che la chiama al telefono, solo per arrabbiarsi quando Che non lascia un messaggio in segreteria. “Oh, quindi adesso detta ‘Le Regole’?” la rimprovera Carrie.

E sì, tutto questo non è adatto alla Miranda che conosciamo, e ad alcuni spettatori questo sembra un tradimento del suo personaggio. Può essere vero, ma non sono del tutto d’accordo. Miranda ha sempre avuto il lusso del pragmatismo quando si trattava di amore perché, guardando indietro, non sembra che lo abbia mai provato veramente.

Né il carino Skipper Johnston (Ben Weber) né il sexy Dr. Robert Leeds (Blair Underwood) né il nostro amato e risoluto Steve l’hanno mai coinvolta come ha fatto Che. Questa è una Miranda innamorata, così scopriamo che non è migliore di noi in questa situazione. A mio avviso questa versione le restituisce verità.

Così ora, per la prima volta in assoluto, Miranda si sta lasciando trascinare dal suo cuore invece che dalla sua testa e questo la sta rendendo una persona completamente diversa. Che ha risvegliato qualcosa in lei che non sapeva esistesse e se questo non smuove qualcosa da dentro, cos’altro lo fa?

L’unica parte davvero triste è che mentre il cuore di Miranda si sta improvvisamente aprendo, quello di Steve viene demolito.

Mentre Steve e Carrie contribuiscono doverosamente all’evento di Nya per dipingere il rifugio, abbiamo una scena durante la quale il cuore si stringe fortissimo e si percepisce tutto il dolore di Steve.

Steve fa le domande scomode che ha tutto il diritto di fare: Carrie sapeva di Miranda e Che? Li ha presentati lei? Per quanto tempo è andata avanti la loro relazione?

Carrie inciampa, sulle sue parole e sul suo contenitore per la vernice e finisce in bagno a lavare le sue scarpe completamente inadeguate per dipingere (ma completamente adeguate per Carrie). Nel farlo perde la fede di Big, che Carrie indossa da quando ha cancellato l’appuntamento n. 2 con Peter all’inizio dell’episodio, le scivola dal dito e va giù per lo scarico.

Steve viene in soccorso, impiegando alcune rudimentali abilità idrauliche per aiutare Carrie a recuperare l’anello, quando esce dal tubo, lei è sopraffatta dal sollievo. Può ancora aggrapparsi a quel piccolo frammento del suo matrimonio.

Si scopre che Steve sta facendo la stessa cosa. Indica la propria fede e annuncia a Carrie che non se la toglierà mai. “Sei una persona davvero meravigliosa”, sospira Carrie. “Non vuoi forse trovare qualcuno, ad un certo punto?”

“Non la toglierò mai”, ribadisce lui.

Anche se le circostanze che riguardano la fine dei loro matrimoni sono completamente diverse, sia Carrie che Steve sono aggrappati a coniugi che non torneranno mai più.

Ma quando Carrie torna a casa, si rende conto che in realtà non vuole essere come Steve. Si toglie la fede di Big e la sua, e le ripone in un cassetto. Forse anche lei potrebbe rilassarsi un po’. Alla fine dell’episodio, manda un messaggio a Peter per vedere se è disposto a fare un altro tentativo per un appuntamento.

Ci siamo quasi, And Just Like That è quasi finita. Questo capitolo si concluderà con un lieto fine o con un cuore spezzato? O forse qualcosa di completamente diverso? Lo scopriremo la prossima settimana.