Euphoria: perché Rue e Jules non dovrebbero (per ora) stare insieme

957

Euphoria non è un teen drama qualsiasi. La serie statunitense, basata sull’omonimo show israeliano, ha conquistato fin da subito pubblico e critica per il modo mai banale di raccontare la vita di un gruppo di adolescenti alle prese con problemi e difficoltà, alla scoperta di se stessi e del mondo.

Euphoria

Pur avendo ricevuto diverse critiche a causa dei contenuti espliciti mostrati nelle diverse puntate, Euphoria è un piccolo gioiello da non perdere, sia per la sceneggiatura e la regia, sia per le performance degli attori.

Tra tutte spiccano quelle di Zendaya, vincitrice di un premio Emmy per il suo ruolo nella serie, e di Hunter Schafer, attrice e supermodella transgender. Le due interpretano rispettivamente Rue e Jules, le protagoniste della serie, due ragazze alle prese col periodo più strano, ricco e inquieto della vita, mentre fanno i conti con la droga e una ricerca costante dell’ “Euforia” che sembra irraggiungibile.

Le due provano una profonda attrazione l’una verso l’altra, e ciò culmina nella prima stagione in una relazione tanto forte da permettere a Rue finalmente di riabilitarsi e abbandonare la droga, trovando finalmente un motivo importante per prendersi cura di sé.

Dopo aver trascorso mesi in riabilitazione ed essere tornata al liceo della sua città, Rue era ancora schiava della droga, l’unico mezzo che le permetteva di affrontare gli attacchi di panico e i disturbi d’ansia di cui soffre fin da piccola. Pur essendo sopravvissuta a un’overdose, la ragazza aveva continuato a drogarsi ed era riuscita a smettere soltanto grazie alla vicinanza di Jules.

Nell’ultima puntata, però, Rue torna di nuovo schiava delle droghe dopo che Jules ha rifiutato di scappare dalla città con lei, discutendo e lasciandosi. La ricaduta di Rue non fa che peggiorare la situazione già in bilico della ragazza, riportandola in un pericoloso tunnel sempre tra la vita e la morte.

Euphoria

All’inizio della seconda stagione di Euphoria la situazione tra le due si risolve: le ragazze si chiariscono e fanno pace, anche se Rue accusa Jules della sua ricaduta e di averla abbandonata a se stessa dopo la litigata. Le due si rivelano i propri sentimenti e ricominciano a frequentarsi, ma le cose non sono così semplici: Rue sta continuando a drogarsi e lo sta nascondendo a Jules, per paura di allontanarla di nuovo.

LEGGI ANCHE -> Euphoria 2, cercare di farti simpatizzare con il padre di Nate è un errore

In questo senso Rue non appare ancora in grado di mantenere una relazione sana, almeno non finché avrà risolto del tutto la sua dipendenza. La pesante ricaduta e le nuove relazioni malsane che ha intessuto il personaggio di Zendaya mentre era lontano da Jules incidono fortemente sulla sua vita, e la ragazza riesce a malapena a tenere nascosta la sua situazione alle persone che ama.

I goffi tentativi di nascondere le proprie debolezze alla famiglia e a Jules ottengono l’effetto contrario, allontanando le persone vicine a Rue e facendola cadere in una spirale ancora più buia e pericolosa della precedente.

LEGGI ANCHE -> Il divorzio della star di Euphoria Eric Dane da Rebecca Gayheart è stato tenuto segreto per anni

Jules ha bisogno di una relazione stabile, salutare, utile a farla sentire sicura, mentre il comportamento di Rue non farà altro che causarle ancora più dolore e sofferenza, dovendo avere a che fare con la vita in bilico della propria ragazza. Se Euphoria ci ha fatto credere che le due fossero destinate a stare insieme come nelle più romantiche delle storie d’amore, allora forse non è ancora il momento giusto.

Rue, per offrire davvero l’amore che ha in modo sano e pulito, dovrà affrontare un nuovo percorso riabilitativo, ma non sarà facile. Per ora, probabilmente, la cosa migliore per entrambe sarebbe fare un passo indietro e lasciare che Rue riprenda in mano la sua vita, liberandosi per sempre dei pesi che si porta dietro.