Stefania Sandrelli, il suo grande amante. Impossibile non sapere di chi si tratta

553

Sicuramente Stefania Sandrelli ha avuto una vita sentimentale movimentata, ma indiscutibilmente è solo uno il suo più grande amante.

Stefania Sandrelli è una delle grandi dive del panorama cinematografico italiano, nel corso della sua brillante carriera non sono mancati i dovuti riconoscimenti meritatissimi, come tre David di Donatello su undici candidature, ben sei Nastri d’Argento e inoltre nel 2018 ha ricevuto anche quello alla carriera. Ma non è tutto, nel 2005 le è stato conferito il Leone d’oro alla carriera nel corso della 62ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Stefania Sandrelli è una donna straordinaria, bellissima, intelligente, forte, caparbia, ha scelto quello che voleva nella sua vita e con grande lavoro, talento da vendere e dedizione ha ottenuto il successo, è la rappresentazione della donna indipendente che ha conquistato il mondo del cinema.

La sua carriera inizia da giovanissima, inizia a muovere i primi passi in questo mondo quando aveva solo quindici anni e lo fa nel film Gioventù di notte, i registi iniziano a notarla e in seguito la troviamo al fianco di Ugo Tognazzi nella pellicola di successo, Il Federale, diretto da Luciano Salce.

La grande notorietà arriva negli anni Sessanta quando prende parte a due commedie all’italiana dirette da Pietro Germi, Divorzio all’italiana dove lavora con un altro pezzo da novanta del nostro cinema, Marcello Mastroianni e Sedotta e abbandonata, due classici indimenticabili della storia del cinema. In quegli anni Stefania è al massimo della sua notorietà, prende parte a importanti film come Il conformista, Il diavolo nel cervello, Profezia di un delitto, Delitto d’amore, L’ingorgo, la sua carriera è inarrestabile.

Per quanto la sua carriera possa sembrare la favola che molte attrici sognerebbero per se stesse, la stessa grande attrice ha confessato che il mondo del cinema è anche un luogo estremamente oscuro, proprio Stefania, durante una intesta intervista a Verissimo, ha raccontato alla padrona di casa Silvia Toffanin di aver subito molestie sessuali nel suo passato quando era ancora giovanissima.

Il senso di colpa che spesso atterra le donne che subiscono questo tipo di attacco le porta a una sofferenza interna così violenta da non avere nemmeno la forza di denunciare. Solo il tempo, a volte, riesce a far trovare il coraggio di raccontare, così Stefania confessa, “Il ragazzo della mia amica mi ha presa e messa al muro. È stata talmente privata, che l’ho accantonata”.

Nella sua vita privata però ci sono state anche tante storie e relazioni felici, indimenticabile la storia con Gino Paoli, a quel tempo destò grandissimo scalpore visto che il cantautore era sposato, dall’unione con la Sandrelli arrivò una figlia, Amanda Sandrelli.

In seguito nel 1972 ha iniziato un’importante relazione con Nicky Pende che ha portato al matrimonio, ma è finito quando l’attrice ha iniziato una storia d’amore con l’attore francese Gerauld Departieur mentre si trovavano sul set del film Novecento. Uno scoop che aveva preso tutte le prime pagine dei giornali di allora. Stefania è stata poi legata dal 1983 al regista e sceneggiatore Giovanni Soldani, la stessa racconta, “Non ci siamo sposati un po’ per mancanza di tempo, un po’ per scaramanzia”.

Ma la sua relazione forse più famosa è quella con il suo iconico “amante” cinematografico, quella relazione ha divertito milioni di spettatori negli anni Novanta ed è diventata virale.

Si tratta di uno dei film più famosi dell’attrice, Vacanze di natale 1990 e stiamo ovviamente parlando di Jerry Calà.

LEGGI ANCHE-> Catherine Spaak, l’immensa eredità lasciata. Ecco a chi andrà

L’iconico amante di Stefania Sandrelli

Stefania Sandrelli

Nella famosa pellicola Stefania interpreta Ivana, moglie annoiata di un milanese arricchito, molto superficiale che la trascura.

Proprio durante le vacanze ivana incontra il suo ex, Billo, un vero playboy sciupa femmine interpretato da Jerry Calà. La donna frustrata dal suo matrimonio e spinta dalla sua amica Grazia ha una scappatella con l’aitante ex. Ma Billo è ancora innamorato di Ivana, così escogita un piano per incastrare il marito di Ivana facendolo casualmente incontrare con una prostituta, quando Ivana scopre il tradimento corre tra le braccia di Billo. Ma la questione si complica andando avanti…

LEGGI ANCHE-> Victoria Cabello e la malattia devastante: la sua vita nel baratro

Vacanze di natale 1990 viole ovviamente essere un film ironico, ma quella sua ironia nasconde un sarcasmo pungente, rappresenta senza mezzi termini una fotografia schiacciante dell’Italia vacanziera degli anni Ottanta, tanto che è diventato un film iconico è definito dalla critica un un instant-movie, perché i fatti si svolgono nel presente dello spettatore.