Thor: Love and Thunder, Gorr il Macellatore di Dei, scopriamo il personaggio

517

O muori da eroe o vivi abbastanza a lungo da diventare il cattivo. Una guida pratica per conoscere un nuovo terrificante cattivo Gorr il Macellatore di Dei.

Gorr il Macellatore di Dei

Non è un segreto che Thor: Love and Thunder sia fortemente ispirato al lavoro di Jason Aaron su Thor: Dio del tuono e Mighty Thor. Entrambi gettano le basi e fungono da fondamenta per il secondo film di Thor del regista Taika Waititi.

In Thor: La Dea del Tuono, vediamo Jane Foster raccogliere il Mjolnir e diventare degna del potere di Thor, fino a diventare il protettore di Midgard, la Potente Thor. La storia di Jane Foster, interpretata da Natalie Portman, che diventa una dea, è un’avventura incredibile e verrà raccontata a brevissimo. Invece in questo articolo ci concentreremo sul personaggio di Christian Bale, Gorr il Macellatore di Dei.

Per la storia e le motivazioni di Gorr ci rifaremo ai fumetti Marvel, non sapendo quale sia la trama del film è difficile sapere se sarà la stessa storia alle origini.

Chi è Gorr il Macellatore di Dei?

Gorr il Macellatore di Dei

Gorr ha fatto il suo debutto nei fumetti in Thor: God of Thunder #2 di Jason Aaron ed Esad Ribic nel 2013. Come abbiamo già detto, Thor: Dio del Tuono ha un’enorme influenza sul film in uscita, e questo perché in questa storia scopriamo tutto quello che c’è da sapere su Gorr.

Durante questa avventura, Thor risponde alle preghiere di una giovane bambina aliena e aiuta a porre fine alla siccità sul pianeta, salvando il suo popolo. Thor si chiede perché gli dèi di questo mondo non abbiano risposto alle sue preghiere, presto scopre che i loro dèi sono morti da anni e sono stati eliminati dal dio assassino.

Gorr era un alieno che viveva su un pianeta desolato e sconosciuto e aveva una vita difficile. Sua madre muore per difenderlo dagli animali selvatici e, una volta cresciuto, si perde ancora di più. Lui e la sua gente pregano gli dèi per ottenere aiuto e offrono persino sacrifici per placarli e salvare il loro pianeta.

Come sua madre prima di lui, la moglie di Gorr continuava a ricordargli che gli dei sarebbero sempre stati lì a proteggerli. Alla fine, Gorr perde la moglie, i figli e tutto ciò che gli è caro. Conclude che gli dei non esistono. Questa mancanza di fede viene considerata blasfema e lo porta all’esilio dalla sua tribù.

“Il mio nome è Gorr, figlio di un padre senza nome, reietto di un mondo dimenticato. Mi sono fatto strada tra le moltitudini per arrivare qui, alla genesi di tutte le cose. Annerito dalla vendetta, bagnato di sangue sacro. Un semplice sogno è ancora forte nel mio cuore… Il sogno di un’epoca senza Dio”. – Gorr

Come ottiene il suo potere Gorr?

Gorr il Macellatore di Dei

Dopo essere stato esiliato, Gorr scopre una battaglia tra due divinità. Uno di questi è Knull, il dio dei simbionti. Knull è il creatore sia di Venom che di Carnage, noti cattivi dell’Uomo Ragno e protagonisti del film Venom – La furia di Carnage. Mentre gli dei combattono, Gorr è scioccato e furioso quando uno dei due chiede la sua assistenza.

Un dio osa chiedere aiuto a un mortale, anche se ignora le preghiere e i sacrifici del suo popolo. Fino a quel momento, Gorr era impotente, un mortale che non poteva interferire in una battaglia tra gli dei.

“Aiuto… Voi? Aiutare VOI!? Dov’eri? Dov’eri quando i miei figli stavano morendo di fame? Quando mia moglie gridava per chiedere il vostro aiuto!? Quando mia madre veniva massacrata come un animale! DOV’ERI QUANDO AVEVAMO BISOGNO DEI NOSTRI DEI!”. – Gorr

Con Knull svenuto, la sua armatura, il primo simbionte, noto come All-Black the Necrosword, si fonde con Gorr. Questo nuovo potere e la conferma che gli dei sono reali spingono Gorr verso il cammino della vendetta. Se gli dei esistono, perché non hanno risposto alla sua preghiera?

Sono un gruppo vanitoso ed egoista, proprio come Thor quando viene presentato, l’obiettivo di Gorr è quello di liberare il mondo dagli dèi, perché hanno il potere di proteggere i deboli, ma alla fine si concentrano solo sui loro desideri, lasciando che le vite dei mortali soffrano finché non ritengono che ne valga la pena.

Come farà Thor a fermare il Macellatore di Dei?

Gorr il Macellatore di Dei

Una volta che Gorr riceve il potere dell’All Black, progetta di annientare tutti gli dei. Perde e apparentemente muore per mano di Thor, ma la morte continua a essere una suggestione nel mondo dei fumetti. Gorr schiavizza Shadrack, il dio delle bombe, e lo costringe a realizzare l’arma definitiva.

Un’arma abbastanza potente da uccidere tutte le divinità in tutto lo spazio e il tempo, Gorr porta scompiglio in tutto l’universo e gli dei non sono alla sua altezza. Non perché egli possieda capacità molto più straordinarie delle loro, ma piuttosto perché la sua determinazione e la sua volontà sono più forti delle loro.

“Anche se uccidete me e ogni dio del creato, persino il potente Thor. Alla fine rimarrà un solo dio, non è vero, Gorr? TU!”. – Volstagg

In questo piano lungo un secolo, Gorr è riuscito a ricomporre la sua famiglia e a riconquistare una versione distorta della vita che aveva perso. Sfortunatamente per lui, dare la vita, combattere per gli innocenti e alimentare la propria arroganza significa che non è diverso da coloro che ha cercato di distruggere.

Dopo altri viaggi nel tempo, i Thor del passato, del presente e del futuro devono collaborare per fermare il regno di terrore del Macellatore di Dei. Tutti e tre i Thor hanno combattuto Gorr in momenti diversi della loro vita e non sono mai riusciti a sconfiggerlo. Insieme, i tre non sono ancora abbastanza forti. È necessario che il Thor dei giorni nostri utilizzi due Moljir e si impossessi della Necrospada per porre fine alla furia dell’Assassino di dei e fermare la bomba divina.

Cosa aspettarsi da Gorr in Thor: Love and Thunder?

Gorr il Macellatore di Dei

La storia di Gorr il Macellatore di Dei attraversa migliaia di anni di vita di Thor, è una storia a fumetti che prevede anche viaggi nel tempo e vede Gorr combattere contro diverse versioni di Thor nel corso della storia. Il film probabilmente cambierà drasticamente questo aspetto e farà combattere Gorr contro Valchiria, Mighty Thor e Thor Odinson.

Christian Bale sarà in grado di fare suo questo personaggio nello stesso modo in cui Michael B. Jordan (Black Panther) e Josh Brolin (Avengers: Infinity War) hanno interpretato in modo ispirato rispettivamente Killmonger e Thanos.

Con Thor: Love and Thunder che prende spunto anche da Thor: La dea del tuono, ci si aspetta che il film si prenda molte libertà con la storia di Gorr e il modo in cui si collega a Thor. Soprattutto perché la Marvel non possiede i diritti cinematografici di Venom e dei simbionti, l’All-Black avrà probabilmente un nome e un’origine completamente diversi, sempre che vi si faccia riferimento.

LEGGI ANCHE-> Thor: Love And Thunder, arriva una nuova immagine ufficiale che ci porta in azione

Come tutti i progetti del MCU, il film trarrà ispirazione dai fumetti e creerà qualcosa di completamente nuovo. Captain America: Civil War e la sua controparte a fumetti sono un esempio perfetto. Entrambi condividono idee simili sull’atto di registrazione dei superumani, ma la loro esecuzione non è affatto simile.

LEGGI ANCHE-> Thor: Love and Thunder il trailer accenna segretamente alla tragica morte di Thor

Thor: Love and Thunder sarà sicuramente pieno di sorprese e l’interpretazione di Bale sarà senza dubbio magica.