Enola Holmes 2, dirigere la produzione è stato naturale per Millie Bobby Brown

92

Millie Bobby Brown spiega perché è tornata come produttrice in Enola Holmes 2 per Netflix, affermando che è stato naturale per il suo processo creativo.

Enola Holmes 2

Basato sul primo libro della serie Enola Holmes Mysteries di Nancy Springer, Il caso del marchese scomparso, e pubblicato su Netflix nel 2020, Enola Holmes è diventato rapidamente uno dei film originali più visti del servizio di streaming.

La storia sposta l’attenzione dal già famoso detective Sherlock Holmes alla sua altrettanto brillante sorella minore, Enola, che si imbarca in un’emozionante avventura per ritrovare la madre scomparsa facendo squadra con un lord in fuga, il visconte Tewkesbury.

La star di Stranger Things Brown torna a guidare il cast di Enola Holmes 2 nei panni della detective protagonista, insieme all’attore di Superman del DCEU Henry Cavill nel ruolo del fratello maggiore, Sherlock. Il cast di ritorno comprende anche Helena Bonham Carter nel ruolo di Eudoria, Louis Partridge nel ruolo di Tewkesbury, Adeel Akhtar nel ruolo di Lestrade e Susie Wokoma nel ruolo di Edith.

Tra le new entry di spicco figurano David Thewlis di Harry Potter e Sharon Duncan-Brewster di Dune. Anche lo sceneggiatore e il regista del primo film, Jack Thorne e Harry Bradbeer, sono tornati per il sequel. La produzione di Enola Holmes 2 è iniziata nell’autunno del 2021 e le riprese sono terminate all’inizio di quest’anno.

Enola Holmes 2

Durante un’apparizione alla serie Hot Ones di First We Feast, in cui gli ospiti vengono sfidati a mangiare ali di pollo progressivamente più piccanti mentre rispondono alle domande, la Brown ha parlato del motivo per cui ha deciso di tornare come produttrice in Enola Holmes 2.

Afferma che dirigere la produzione è stato naturale per il suo processo creativo, permettendole di “creare dentro e fuori la macchina da presa” apportando modifiche alla sceneggiatura e avendo un contributo anche nel processo di post-produzione. La stessa ha dichiarato,

“Produrre mi è sembrato davvero naturale perché potevo ancora creare dentro e fuori la macchina da presa, quindi potevo andare sul set e fare le mie cose, ma anche cambiare creativamente la sceneggiatura e andare al montaggio, ed è stata una posizione davvero fantastica che mi ha fatto sentire più a mio agio in qualsiasi situazione sul set, perché sentivo di potermi esprimere pienamente nel mio processo creativo”.

Enola Holmes 2

La star di Stranger Things ha prodotto il primo film di Enola Holmes a 16 anni insieme alla sorella maggiore, Paige Brown, e ad altri tre co-produttori, che sono tornati per il sequel. Non si sa molto della storia del sequel, ma una breve sinossi di Enola Holmes 2 rilasciata all’inizio dell’anno da Netflix rivela che la protagonista seguirà le orme del fratello maggiore e diventerà una detective di professione.

Il sequel vedrà Enola impegnata nel suo primo caso ufficiale alla ricerca di una ragazza scomparsa che porterà alla luce una cospirazione più pericolosa.
È stato ipotizzato che Enola Holmes 2 adatterà il secondo libro della serie, Il caso della dama sinistra.

Enola Holmes 2

Poiché la serie di Springer si estende attualmente su sette libri, l’adattamento di Netflix avrà molto materiale di partenza su cui lavorare se il sequel continuerà ad avere successo e si deciderà di continuare la serie.

In tal caso, la Brown potrebbe essere il volto di Enola Holmes per molti anni a venire, supervisionando anche la serie dal punto di vista creativo come produttrice.