Orietta Berti confessa:“vuole morire”. Clamorosa dichiarazione

1226

Orietta Berti ha fatto di recente una dichiarazione che ha lasciato tutti senza parole, una cosa che non ci saremmo mai aspettati.

Orietta Berti è una delle cantanti italiane più attive e con la carriera più lunga che possiamo vantare nel nostro Paese, Silvio Gigli la soprannominò la Capinera d’Emilia anche se più spesso la si ricorda come l’Usignolo di Cavriago.

La sua carriera iniziata quando c’era ancora il bianco e nero è arrivata a quasi sessant’anni con la vendita di oltre sedici milioni di dischi, con all’attivo ben cinque dischi d’oro, sette di platino e due d’argento. I suoi dischi sono stati pubblicati anche in diversi paesi del mondo.

Tra le più importanti protagoniste della musica italiana, distintasi fra gli anni sessanta e settanta, quando ai tempi c’erano anche altre dive della musica italiana come Ornella Vanoni, Patty Pravo (la Civetta di Venezia), Mia Martini, Mina (la Tigre di Cremona), Iva Zanicchi (l’Aquila di Ligonchio) e Milva (la Pantera di Goro).

Ciascuna si distingueva per una sua caratteristica ed è per questo che ognuna aveva un suo soprannome che la distingueva dalle altre. Una cosa che, però, distingue Oretta Berti per esempio da Iva Zanicchi o da Mina è il fatto che si è saputa sempre rinnovare restando al passo coi tempi e adeguandosi anche alle mode del periodo.

Per questo ha avuto un grandissimo successo nell’ultimo anno con la canzone Mille, cantata con Fedez e Achille Lauro, tormentone estivo del 2021.

Non vi è alcun dubbio che Orietta Berti sia un orgoglio nazionale sia per le generazioni che c’erano ai suoi inizi sia per le generazioni contemporanee che la considerano una vera e propria icona. La donna che tutti vorremmo come parente, una donna dolce e accogliente che ha fatto la storia della musica italiana dagli anni sessanta ad oggi senza mai fermarsi, aggiornando ogni volta il suo repertorio.

Il segreto di Orietta Berti è lo spirito giovane che le permette di continuare la sua carriera e l’ottimismo che le ha permesso di non scoraggiarsi mai. Per questo possiamo dire che la cantante di Finché la barca va non accusa i segni del tempo grazie alla continua forza d’animo e la capacità di reinventarsi ogni volta.

Ecco perché vanta un pubblico di giovani che la segue con simpatia. Di recente ha preso parte al programma Quelle brave ragazze con Mara Maionchi e Sandra Milo un viaggio on the road tra mille divertenti avventure durante le quali ha saputo cavarsela e dimostrare grande spirito di iniziativa.

Una curiosità che riguarda la carriera di Orietta Berti è legata, pensate, sia pure indirettamente al cantante Luigi Tenco che nel 1967 si tolse la vita al Festival di Sanremo e lasciò uno scritto con queste parole:

“Io ho voluto bene al pubblico italiano e gli ho dedicato inutilmente cinque anni della mia vita. Faccio questo non perché sono stanco della vita (tutt’altro) ma come atto di protesta contro un pubblico che manda Io tu e le rose in finale e ad una commissione che seleziona La rivoluzione. Spero che serva a chiarire le idee a qualcuno. Ciao. Luigi” . Io tu e le rose era appunto una canzone di Orietta Berti.

Ma c’è un’altra storia che riguarda Orietta e un altro artista, stiamo parlando di Teo Teocoli che in una recente intervista ha raccontato del suo mancato flirt con la cantante che gli avrebbe rifilato un due di picche.

Ecco un estratto della sua testimonianza: “Orietta Berti era molto carina, molto simpatica, educata e io la invitavo fuori…era giovanissima, aveva i capelli da maschietto e… non so se si può dire: due seni belli rotondi. Provai a chiederle di uscire tante volte, ma non riuscii a convincerla”. L’ironica risposta di Orietta Berti fu la seguente: “Sembravamo l’articolo II”.

Di recente Orietta Berti ha fatto una confessione che ha lasciato tutti di stucco, ecco cosa ha detto.

Orietta Berti ha avuto paura

Orietta Berti ha confessato di avere molta paura del covid, che ancora imperversa con un notevole aumento dei casi e che non accenna a scomparire. Queste sono state le sue parole quando ricorda il periodo in cui contrasse il virus con il marito Osvaldo: “Ci volevano portare in ospedale, ma Osvaldo disse: “Voglio morire qui, nel mio letto”, e io gli risposi “Ok, facciamolo, così siamo insieme”.

Un’ulteriore prova, questa testimonianza, del grande amore che unisce Orietta Berti e il suo Osvaldo: “Pensiamo sempre allo stesso modo, abbiamo vissuto così tanto tempo uniti che la sera non capita mai di dire “non sai cosa mi è successo oggi”.