Home Moda Your Opticar Illusion, la rivoluzione del concetto di accessorio

Your Opticar Illusion, la rivoluzione del concetto di accessorio

CONDIVIDI SU

Braintropy e MotorVillage_Combo_Car_PattyToy

Fashion victim di tutta Italia è il momento di drizzare le antenne e puntarle sul nuovo progetto Your Opticar Illusion ideato da Braintropy in collaborazione con Motor Village Italia.
Il cuore pulsante dell’idea è la personalizzazione e protagoniste sono quattro Patty Toy, le it bag di Braintropy, amatissime dalle donne grazie al loro mood creativo e frizzante, a cui si affiancano quattro Fiat 500, modello iconico indiscusso nel mondo dell’auto e della classe da più di 50 anni, grazie alla sua originalità che ha appassionato intere generazioni, questi due pilastri di stile, insieme, rivoluzioneranno per sempre il concetto di accessorio!

Braintropy lancia 4 pattine dalla texture optical, retrò e futuristica per le Patty Toy e Motor Village Italia interpreta questi mood e trasforma le quattro 500 in accessorio da abbinare al proprio outfit.

Braintropy_your opticar illusion

Quattro le tappe in programma in Italia per il Tour YOUR OPTICAR ILLUSION, che porterà il progetto in giro per lo stivale all’interno dei Motor Village di Palermo il 12 maggio, Torino il 19 maggio, Napoli il 26 maggio e Roma 9 giugno, tantissimi gli ospiti che parteciperanno a questi aperitivi esclusivi oltre a 4 blogger e influencer che attraverso i loro blog e account social racconteranno gli eventi e creeranno outfit specifici con le Patty Toy di questa capsule collection abbinata alle Fiat 500.

Inoltre, dal 24 maggio al 24 giugno sarà attivo un concorso su Instagram che permetterà, attraverso l’hashtag #youropticarillusion e i tag @Braintropy e @MotorVillageItalia di vincere 6 Patty Toy della capsule collection Your OptiCar Illusion  attraverso la condivisione di foto personali legate al progetto. Per tutti i dettagli braintropy.it/it/concorso

CONDIVIDI SU
Alessandra Chiaradia
Direttore Responsabile del magazine online Fortementein.Nata a Milano e trasferita nella provincia da piccola, il suo cuore resta fedelmente Meneghino, ama la città che le ha dato i natali e come una turista la esplora appena ne ha l'occasione svelandone i misteri e le meraviglie. Da sempre si accompagna ad una vena artistica che ben presto scopre esserle troppo stretta, così dopo aver lavorato per molti anni nel settore editoriale come Art Director decide di fare il grande passo e dopo una lunga gavetta diventare giornalista, professione che ama per via delle sue molteplici sfaccettature e possibilità.