Un contrasto di colori che la rendono bella da vedere, un sapore gustoso e leggermente acido che le conferiscono una propria unicità: la torta ‘Red Velvet Cake’ ha origini americane e, complice la globalizzazione anche e soprattutto in ambito gastronomico, è riuscita ad affermarsi anche in Italia.

L’incrocio tra il bianco della glassa frosting al formaggio e il rosso delle decorazioni creano un effetto speciale, tale da renderlo perfetto se si vuol festeggiare delle ricorrenze a cui si tiene particolarmente. In effetti, se si vuol essere originali, la ‘torta di velluto rosso’ (così è stata tradotta nel nostro paese la ‘Red Velvet Cake’) è la soluzione perfetta per lasciare gli ospiti a bocca aperta.

Non è certamente un caso che dietro alla nascita di questo siano nate diverse leggende, con diversi filoni narrativi che spaziano fin dagli indigeni per arrivare addirittura al dopoguerra e ai giorni nostri. Forse anche per questo che, oggi, esistono diverse varianti del dolce, ad esempio con un rosso scuro, con un rosso tendente al marrone e un rosso molto forte, vivo.

Come si prepara, quindi, uno dei dessert più famosi d’America? Come riprendiamo dal blog di Americanfoodshop, uno degli e-commerce punto di riferimento per la vendita di cibo americano in Italia, la ricetta della torta red Velvet non è propriamente semplice e, come per ogni dolce a strati, prevede delle particolarità non indifferenti.

Gli ingredienti, al di là delle variazioni, sono vari: si va dal cacao allo yogurt bianco naturale passando per tutto che serve, ad esempio, per il frosting al formaggio, cioè zucchero a velo, formaggio fresco, burro e scorza di limone.

La prima operazione da fare è lavorare nello stesso momento lo zucchero e il burro, a cui poi va aggiunto l’uovo. Successivamente si aggiunge il colorante rosso per poi creare un tutt’uno con farina, lievito e aceto. Per quanto riguarda la cottura, invece, si versa l’impasto nello stampo per un’ora e 15 minuti. Una volta, poi tagliati i tre strati, se ne lavora uno per volta per poi decorare il tutto come meglio si crede.

Se si acquista dimestichezza, è possibile anche provare a far lavorare la fantasia: non è detto che bisogna per forza prepararla nelle forme ‘standard’ ma si può tranquillamente decidere in autonomia.

Ad esempio, per San Valentino, nulla vieta di preparare la ‘Red Velvet Cake’ simulando un cuore, per dimostrare l’amore verso il proprio partner o verso un genitore, magari in occasione della Festa del Papà o della Festa della Mamma. Oppure, ancora, si può pensare di creare una vera e propriatorre, alta e ‘stretta’ per rendere ancora più divertente il vostro stile culinario.  Ovviamente, si possono preparare anche le cupcakes, per dare a tutti l’occasione di provarle nella stessa quantità.

Sei diventato curioso? Allora non devi far altro che comprare i prodotti giusti che fanno al caso e metterti ai fornelli!