Il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, unico a esporre un frammento di roccia lunare in Italia, celebra con due iniziative l’anniversario dell’allunaggio il 20 luglio 1969. Giovedì 4 luglio torna la Cult Night, festa-evento battezzata per l’occasione Moonight.

Ogni sabato e domenica dal 15 giugno al 21 luglio, si potrà invece rivivere in prima persona la missione Apollo 11, indossando un visore per la realtà virtuale e impugnando i suoi controller.

Ma andiamo con ordine, in cosa consiste la Moonight: giovedì 4 luglio il Museo sarà aperto dalle 18 alle 24 con incontri, attività, divertimento e musica per studenti, turisti e curiosi. Ci saranno talk fra scienza, tecnologia e cultura pop, open lab, tour notturni fra le collezioni del Museo, selfie lunari, una performance teatrale e una sfida di poesia, dj set e cibi spaziali, il tutto con un biglietto speciale a 10 euro.

L’Edificio Monumentale del Museo e i suoi chiostri faranno da scenografia all’evento. Il dress code prevede un tocco di argento.

In Sala delle Colonne si parlerà prima del progetto Artemis, che intende riportare esseri umani sulla Luna nel 2024, poi del nostro satellite naturale tra cinema e fantascienza.

Durante la serata si potrà partecipare ai tour notturni guidati alla Collezione Astronomia e Spazio, tra allunaggi mai portati a termine, viaggi interstellari e un vero frammento di Luna.

telescopio Merz-Repsold_094_area Spazio∏Alessandro Nassiri – Museo Nazionale Scienza e Tecnologia

Nei laboratori di Tinkering, Alimentazione e Biotecnologie del Museo si svolgeranno invece attività interattive per realizzare un’animazione spaziale in stop motion o capire come coltivare le piante in orbita.

Si potrà assistere a una performance teatrale ispirata al film Apollo 13, far parte della giuria di un concorso di poesia, scattarsi un moonselfie e per finire scatenarsi con un dj set Anni ‘60.

Tutte le attività sono comprese nel biglietto d’ingresso della serata (10 euro), inclusa la visita libera alla mostra Leonardo da Vinci Parade.

Per i percorsi su prenotazione è possibile iscriversi all’ingresso, fino a esaurimento posti.

Un altro appuntamento da non perdere è “Apollo 11 VR”: in compagnia di Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins sarà possibile diventare un astronauta dell’Apollo 11: pilotare il modulo di comando, effettuare l’allunaggio e le operazioni sul suolo lunare e rientrare a Terra con l’ammaraggio nell’Oceano Pacifico. Indossando il visore PlayStation®VR e accompagnato da un animatore scientifico del Museo sarà possibile intraprendere l’avventura del più grande viaggio mai portato a termine dal genere umano in questa simulazione in realtà virtuale realizzata grazie all’audio e i dati originali della NASA. Gli accompagnatori potranno vedere su un grande schermo le operazioni che sta svolgendo chi ha il visore in quel momento e il paesaggio che si sta esplorando.

In collaborazione con Sony Interactive Entertainment Italia, per adulti e ragazzi da 12 anni | max 5 partecipanti per turno. Attività prenotabile solo on-line su https://museoscienza.vivaticket.com

Costo 5 euro + biglietto d’ingresso al Museo

www.museoscienza.org