Viaggiando in giro per il mondo si possono scoprire tante cose meravigliose, come tradizioni e culture, usanze e storia, ma ci sta anche un po’ di stravaganza e leggerezza, quindi prendete carta e penna perché nel mondo esistono locali a tema quasi di ogni genere e sono davvero incredibili. Sicuramente uno dei paesi che vi darà molta soddisfazione è il Giappone, infatti partiamo proprio da qui, a Tokyo, nel quartiere Giza, c’è Alice in a Labyrinth, si entra in un labirinto di pagine di racconti, seguite da una pila di libri abbastanza grandi da farti sentire a misura di bruco, non più alto di un fiore. Nella sala da pranzo principale si susseguono immagini della storia come le siepi del giardino della regina, un soffitto con enormi carte e sedie a forma di cespugli di rose. Ovviamente anche il cibo è a tema, si può partire con un antipasto a forma di carte e rose, o un dessert fatto di gelato che ricorda i colori dello Stregatto, queste solo alcune cose, ma il menù è davvero ampio, come gli spazi del locale che vi lasceranno a bocca aperta per un’esperienza assolutamente immersiva.

 

Sempre a Tokyo è impensabile non fare un salto al Kawaii Monster Cafè nel quartiere Harajuku, un salto nel mondo della fantasia più allucinogena. Una cosa importante da sapere è che a Tokyo non tutti i locali sono a bordo della strada, ma si trovano a diversi piani dei palazzi, infatti il si trova in YM Square Building 4F, 4-31-10, ovvero quando arrivate all’edificio prendete la scala mobile e andate al quarto piano. All’ingresso troverete un grande portone chiuso pronto ad aprisi per farvi entrare in un mondo parallelo, surreale, quasi psichedelico. Al centro una gigantesca torta colorata che gira come una giostra dei cavalli, ma ci sono unicorni. Grosse figure di animali, unicorni e dolciumi svettano dalle pareti e penzolano dal soffitto, dappertutto i colori sono sgargianti e le luci stroboscopiche. Ci sono diverse zone dove accomodarsi una più particolare dell’altra. Le cameriere sono vestite tutte in stile Harajuku e insieme a personaggi stravaganti si esibiscono in spettacoli di canto e ballo ogni 40 minuti circa, in modo da permettere a tutti gli ospiti di gustarsi l’animazione durante il pasto. Il menu non è sempre lo stesso, ci possono essere delle stravaganti varianti, una delle tipicità sono gli spaghetti rainbow, ovviamente tutto quello che mangerete sarà super colorato.

 

Non di può dire Tokyo se non si dice Sailor Moon, infatti ha aperto il Pretty Guardian Sailor Moon Shining Moon a Minato City, Azabujuban, 1 Chome. Uno show restaurant perfettamente a tema dove potrete gustare dei bento in due varianti ispirati alla paladina che veste alla marinara mentre assistete allo spettacolo teatrale solo serale con tutte le vostre beniamine. Si possono assaggiare anche i Somen cold noodles, inventati da Mako-chan, alias Sailor Jupiter, o il Bunny Curry della famiglia di Usagi Tsukino.

 

Spostiamoci dal Giappone per fare un salto a New York dove troviamo il BeetleHouse, il locale completamente ispirato ai film di Tim Burton e ai suoi film più iconici, come Edward mani di forbice, La Fabbrica di Cioccolato e Beetlejuice, un’ambientazione tra il magico e l’horror che farà impazzire i fan. In questo locale tutti indossano strani costumi e ne menù si trovano prelibatezze come come lo Sweeney Beef, filetto con riduzione di vino, funghi e blood sauce, o l’Edward Burger Hands. Rigoroso il cocktail The Beetle’s Juice: tequila, more e succo di mirtillo.

 

Andiamo un attimo a Los Angeles per provare un posto che ha scaturito un po’ di polemiche, il Prizon Bar un locale davvero insolito in cui i clienti si siedono a un tavolo all’interno di una vera e propria cella, tutto deve dare l’idea di essere in una prigione, le luci sono scure e ci sono recinzioni metalliche e murales. Se cercate un locale accogliente ovviamente avete sbagliato posto, ma se volete fare un’esperienza davvero scomoda siete nel posto giusto, anche il pasto è servito su vassoi molto simili a quelli usati nelle prigioni statunitensi e perfino le posate e i piatti sono praticamente gli stessi. Per i più audaci è possibile anche farsi ammanettare e scattare una foto segnaletica. La polemica era nata dall’emittente ABC News perché secondo loro questo posto rappresenta con troppa leggerezza il complesso mondo della detenzione.

 

Restiamo ancora un attimo in America e cambiamo radicalmente genere per provare l’Hello Kitty Grand Cafè Irvine, in California. Non è un’imitazione della famosa gattina ma è ufficiale targato Sanrio, questo Cafe dal design e complementi di arredo curatissimi molto rosa offre anche menu davvero sublime soprattutto a colazione, dove verranno serviti biscotti appena sfornati, torte, ciambelle, bevande calde e ghiacciate fatte a mano tutte a forma o che ricordano la gattina più famosa del mondo. Se poi siete amanti del té delle cinque, un connubio perfetto con questo bar a tema Hello Kittty, c’è la Bow Room, la stanza col fiocco, perfetta proprio per questo rituale. Di sera l’Hello Kitty Grand Café diventa la location perfetta per un aperitivo rosa fluo e cocktail che ricordano nomi di gatti.

 

Con un salto siamo nelle Filippine dove troviamo il Brick Burger di Pasig, non ci sono dubbi su quale sia la passione del proprietario, in questo locale i panini hanno la forma e i colori ispirati totalmente ai mattoncini Lego, esistono tanti negozi Lego ma mangiare un panino Lego è davvero una cosa unica, sono quadrati, gialli, rossi, blu, e super accattivanti. Anche i vassoi sono costruiti con veri mattoncini così da poterci giocare mentre si attende il proprio ordine.

 

Spostandoci in Thailandia possiamo accomodarci all’Unicorn Café di Bangkok situato nel distretto Bang Rak, un luogo che nasce dalla fantasia e che trova il suo spazio nei cuori di tutti gli amanti dell’animale mitologico più glamour che ci sia. In questo posto tutto è a tema unicorno, dall’arredamento al menu, addirittura i clienti possono travestirsi da unicorni per immergersi appieno nell’atmosfera, l’effetto è quello di essere finiti in un mondo arcobaleno e, sicuramente, un po’ infantile ma stupendo.

 

Dal mondo magico degli unicorni passiamo a quello pratico della Toilet, avete capito bene, a Taiwan esiste il Modern Toilet Restaurant, un locale che già dal nome è tutto un programma, si mangia proprio seduti su delle tazze del wc e i tavoli sono a forma di lavandini, si mangia in piccoli water o vasche da bagno e si beve, ovviamente, da piccoli orinatoi e per pulirsi la bocca, beh, nemmeno da chiederlo, sul tavolo troneggia il rotolo di carta igienica, tutto si può dire ma non che non sia un’idea bizzarra e originale. L’ispirazione arriva dal cartone animato Arale che tratta spesso il tema della pupu in modo ironico, infatti all’inizio vendevano solo gelati rigorosamente marroni (al cioccolato) in contenitori a forma di gabinetto.

 

In un posto dove non vi aspettereste mai di trovarlo c’è il Central Perk, ovvero a Pechino, a Du Xin, ebbene sì, il proprietario è un vero appassionato della serie Friends e ha ricreato il Central Perk in ogni aspetto e nel minimo dettaglio, sembrerà quasi di usare un teletrasporto. Muri di mattoni, tavoli, persino il divano arancione sempre presente sono identici agli originali. Ogni voce del menu è accompagnata da un’annotazione, che indica in quale episodio è apparso il piatto scelto. Il locale è molto popolare tra gli studenti universitari locali, che spesso guardano repliche di programmi americani per esercitarsi con l’inglese.

 

Se pensate a Dubai sicuramente pensate al caldo, ma in questo caso un vento di aria gelida vi invaderà, perché siamo al Chillout Ice Lounge, nel Times Square Centre, il primo locale di ghiaccio del Medio Oriente, le tempersature sono a -6 °C, sia tavoli che sedie che bicchieri sono di ghiaccio e potrete farvi servire torta di mele e cioccolata calda, un ‘escursione termica davvero non indifferente contando che all’esterno ci sono i 50 gradi del deserto. Non vi preoccupate, non vi lasceranno in maglietta e bermuda, prima di entrare vi faranno indossare gli indumenti adatti che vi aiuteranno a mantenervi al caldo, ovvero parka con cappuccio e guanti di lana e per dare al vostro corpo il tempo di adattarsi alla bassa temperatura è necessario sostare qualche minuto nella zona cuscinetto a 5 gradi.

 

Amanti della storia inglese unitevi perché a Londra potrete banchettare con Enrico VIII al The Medieval Banquet, un vero banchetto in stile con acrobati e giullari, la vera magia sta nella fantasia e nel riuscire a immedesimarsi a pieno nella situazione e scegliere di essere un cavaliere o una fanciulla medievale. I piatti serviti sono sempre accompagnati da un canto o una danza e, per calarsi meglio nel personaggio, si possono noleggiare e acquistare costumi e cappelli. Il menu prevede una zuppa di verdure di stagione, un piatto di carne con paté e formaggio, pollo arrosto in salsa tradizionale medievale con patate e una ricca torta di frutta con panna. È prevista l’opzione vegetariana.

 

Poteva mancare a Londra un locale dedicato a Harry Potter? Ovviamente no, infatti esiste il The Cauldron Magical Pub, un vero posto magico. Consultando antichi libri di magia si può creare in un calderone una vera e propria pozione, che grazie agli ingredienti magici comincia a fumare. Basta un semplice tocco di bacchetta per attivare una spillatrice di birra o far cambiare colore a un cocktail. Al The Cauldron Magical Pub, ad ogni avventore viene consegnata una tunica da mago e una personale bacchetta magica con la quale possono mescere il nettare magico. È straconsigliata la prenotazione con parecchio anticipo.

 

È il momento di tornare in Italia, ebbene sì perché anche qui da noi possiamo trovare dei posti davvero particolari, uno di questi è il Bar Luce a Milano all’interno di Fondazione Prada. Se avete amato le atmosfere oniriche di The Grand Budapest Hotel e avete adorato le ambientazioni, adesso potete trascorrerci qualche ora godendo di tutta la delizia e la bellezza di quei luoghi perché questo bar è stato ideato proprio dal regista americano Wes Anderson.

 

A Roma invece si può vivere in un film al Movie Restaurant in Via Jaspers, qui è possibile cenare immersi nelle ambientazioni che più vi affascinano, come trovarsi a sorseggiare birra nei boccali di Game of Thrones, consumare la cena a finaco di una bambola horro, oppure aspettare un un messaggio di Will sulla parete dedicata a Stranger Things, anche il menu ovviamente è a tema, si può scegliere il tagliere Millennium Falcon, la pasta Bosco Atro, il filetto di T Rex o i Fagioli alla Trinità, i dolci non sono da meno con la crema Polisucco o la Heisenberg Cheesecake

 

Rimanendo in tema Heisenberg per gli amanti di Breaking Bad, sempre a Roma, si può mangiare da Los Pollos Hermanos a Monterotondo, questo ristorante è stato aperto in occasione del lancio del film El Camino e richiama in tutti i dettagli il famoso locale fast food di pollo fritto di Gus Fring. Ovviamente nel menu non manca il pollo ma anche una vasta scelta di fritti clissici della cucina romana.

 

Fateci sapere se siete stati in alcuni di questi posti e raccontateci la vostra esperienza, oppure diteci in quali vorreste assolutamente andare!