MuseoCity 2020, fotografia, colori, street art, primo piano volto donna che guarda con binocolo
MAUA: opera di Silvia Gramatica, se inquadrata con l’app Bepart e Museo Diffuso si apre la realtà aumentata

Benvenuti a MuseoCity 2020! Da oggi, venerdì 31 luglio, fino a domenica 2 agosto 2020 i musei e le istituzioni culturali di Milano aprono le proprie porte con visite gratuite, in presenza e virtuali, e tante iniziative speciali.

Giunta alla quarta edizione, MuseoCity dedica questo 2020 alle Donne Protagoniste, per scoprire e valorizzare le figure femminili che hanno speso grande impegno per scrivere la storia di numerose istituzioni museali e culturali milanesi. Non solo un’esaltazione dei talenti che hanno reso grande questa storia, ma un omaggio alla presenza della donna disseminata nel nostro patrimonio culturale, troppo spesso dimenticata. Intrecci che hanno portato artiste, intellettuali e collezioniste a generare questo patrimonio milanese, ma anche a esserne i soggetti protagonisti, ritratte e immortalate nelle opere d’arte: donne tutte, dalle imperatrici alle nostre mamme e nonne nella Milano del boom economico.

 

Promossa da Comune di Milano – Cultura in collaborazione con YesMilano e organizzata dall’Associazione MuseoCity, che ogni anno raccoglie sempre più adesioni da istituzioni pubbliche e private da tutta la Città Metropolitana di Milano, questa edizione cade in un anno molto particolare. Colpito dall’emergenza Covid e dal lockdown, l’evento, in programma a fine inverno, è stato spostato in estate, entrando a far parte delle iniziative di “Aria di cultura”, il palinsesto dell’estate culturale milanese.

fotografai epoca, bianco e nero, appartamento e giovane donna che si trucca in piedi allo specchio
Civico Archivio Fotografico, copyright Archivio Cesare Colombo_26_716. Gallaratese, 1975

Per far fronte alla situazione straordinaria e alle limitazioni imposte per ragioni di sicurezza e salute, le 72 istituzioni pubbliche e private che hanno aderito a questa edizione di MuseoCity 2020 propongono numerose iniziative anche digitali. 28 sono le istituzioni che propongono eventi in presenza, 26 solo in digitale e 17 quelle che presentano sia attività in presenza che virtuali.

MuseoCity 2020, web app per smartphone per le iniziative a Milano

Per la prima volta c’è anche un’app che accompagna e guida l’esperienza di tutti noi che vogliamo partecipare a MuseoCity 2020: si tratta di “Museo Diffuso”, la web app presente sul sito dell’associazione (app.museocity.it). Con questa è possibile esplorare la mappa di Milano ed evidenziare tutti i luoghi, le iniziative, i percorsi di visita immaginati per esplorare la città e intenderla come un museo, dove le facciate di alcuni storici edifici concorrono come opere d’arte in esposizione.

 

L’app è stata sviluppata in collaborazione con Bepart e il suo MAUA: Museo di Arte Urbana Aumentata. Inquadrando le opere di street art indicate sull’app si aprono sul nostro smartphone dei contenuti di realtà aumentata. Basta andare in giro per la città a cercarle. Finalmente la città si fa museo e il museo si fa anche digitale, per un’esperienza di cultura in cui online e offline si legano sempre più (= onlife).

fotografia, colori, giardino con alberi e sculture bronzo di Alik Cavaliere, gruppo di visitatori con ragazzi
Mario Benzioni, Associazione MuseoCity, presso Centro Artistico Alik Cavaliere

Ci piacerebbe segnalare le attività che il Centro Artistico Alik Cavaliere ha organizzato per garantire a tutti i vecchi amici e nuovi visitatori un’esperienza ricca e significativa anche durante questa strana edizione. Aderendo al progetto dell’app “Museo Diffuso” vengono esposte alcune sculture di Alik Cavaliere ispirate a soggetti femminili.

Importante nome della scultura italiana del secondo ‘900, Alik ha dedicato grande attenzione alla figura femminile come presenza mitica che prende vista dal bronzo e dall’energia naturale delle piante, dei frutti e dell’acqua. L’iniziativa si intitola proprio “La Susi e le altre: le donne del Cavaliere”, prendendo spunto dall’opera Susi e l’albero (1969), conservata presso il Centro Artistico di via De Amicis.

 

Tra le istituzioni che partecipano per la prima volta a MuseoCity troviamo, fra molte, l’Archivio Storico Fondazione Fiera Milano, con un focus sulla figura femminile nella storia della Fiera Campionaria, e MEET Digital Culture Center. Questo nuovo centro di cultura digitale, che inaugurerà il prossimo autunno in piazza Oberdan, propone online 3 format sull’innovazione digitale secondo la collaudata formula “Meet the Media Guru, che proprio durante il lockdown si è trasferita sui canali digitali.

fotografai epoca, bianco e nero, giovane donna bionda seduta, uomo elegante in piedi la pettina
Archivio Storico Fondazione Fiera Milano

Sul sito e sul canale YouTube di MuseoCity 2020 sono disponibili anche tre importanti iniziative che arricchiscono questa edizione: “Museo Invisibile”, podcast in cui i museo raccontano il loro dietro-le-quinte, “Museo Segreto”, itinerario dedicato a “Le signore dei musei”, e “Donne e innovazione nel museo contemporaneo”, conferenza internazionale che si svolge online sabato 1 agosto su YouTube.

MuseoCity 2020, locandina vintage colri, branca menta, donna con cesto, disegnata da Marcello Dudovich,
Collezione Branca, M. Dudovich, “Donna con cesto”

Speriamo che questa edizione di MuseoCity ci accompagni pian piano a un ritorno alla normalità, un ritorno a vivere i luoghi della cultura cittadina in relazione e in dialogo, ma anche un inizio di nuovi modi digitali di fare e fruire cultura.

INFO
Milano MuseoCity 2020
31 luglio – 2 agosto 2020
Eventi e iniziative offline e online
Programma completo sul SITO
Web app Museo Diffuso
Canale ufficiale YouTube dell’Associazione MuseoCity