Euphoria, 10 motivi per cui la serie è estremamente controversa e divisiva

344

Lo show della HBO, Euphoria, ha scatenato polemiche con la sua rappresentazione del dramma adolescenziale, della violenza e della dipendenza.

euphoria

(*Attenzione ai contenuti: Il seguente articolo contiene spoiler per Euphoria, così come discussioni di abuso, tossicodipendenza, violenza con armi da fuoco, autolesionismo e suicidio*)

Zendaya, l’attrice di Spider-Man: No Way Home e star del nuovo show della HBO, Euphoria, ha rilasciato un avviso ai suoi fan prima della prima della serie: “Euphoria è per un pubblico maturo. È un ritratto crudo e onesto della dipendenza, dell’ansia e delle difficoltà di orientarsi nella vita di oggi. Ci sono scene crude, difficili da guardare, e possono essere scatenanti” – certamente non stava esagerando.

Euphoria fa sembrare la maggior parte dei drammi adolescenziali che l’hanno preceduto docili e blandi in confronto. Il creatore dello show, Sam Levinson, provocherà certamente alcuni spettatori con il mondo adolescenziale piuttosto deprimente che ha scritto, ma potrebbe anche costruire qualcosa di più profondo. Cosa c’è in questo show che sta scatenando tutte queste controversie?

Lo scandaloso pilot è stato solo l’inizio per il teen drama, che non ha evitato di rappresentare argomenti come la tossicodipendenza, l’abuso e il suicidio. Le ragioni per cui Euphoria è così controverso si stanno ancora accumulando e per come stanno andando le cose, i fan possono aspettarsi che questa tendenza continui nell’attesissima terza stagione.

Droghe ovunque

euphoria

Una delle prime cose che i fan imparano sul personaggio di Zendaya, Rue, è che è una tossicodipendente. Infatti, prima ancora che la storia sia entrata nel vivo dell’azione, il pubblico scopre che la giovane che ha appena trascorso l’estate in una clinica di riabilitazione dopo un’overdose. Tuttavia, per sua stessa ammissione, Rue non ha alcuna intenzione di smettere e una delle sue primissime scene dopo la riabilitazione è il suo rifornimento di pillole.

Ma l’episodio pilota solleva anche un dibattito molto interessante: Rue ha un disturbo ossessivo-compulsivo e ha preso farmaci per questo per tutta la vita. Mentre nessuno dei due tipi di droga è paragonabile, c’è un’ironia che si sviluppa con sua madre che la costringe a fare i test antidroga e le fornisce anche i farmaci per il comportamento. La sua tossicodipendenza ha continuato a influenzare le sue relazioni in Euphoria, con la sua famiglia e i suoi amici inevitabilmente colpiti dalle sue azioni.

Tutti sono dipendenti

Euphoria 2

Parte di ciò che rende Euphoria così avvincente è il suo vasto cast di personaggi. Rue può essere il punto focale, ma la sceneggiatura di Levinson salta tra diversi gruppi sociali che sembrano essere tutti dipendenti da qualcosa. Che si tratti di alcool, sesso, status, o semplicemente dei buoni vecchi narcotici, tutti in questo spettacolo sembrano avere un vizio.

Levinson sta davvero creando un mondo di dipendenza, in cui genitori e figli, amici e parenti possono tracciare diversi metri di giudizio. La dipendenza diventa praticamente la norma nella serie che fa quasi dubitare di chiunque non sia dipendente da qualcosa.

Nichilismo adolescenziale

Euphoria_Maddy_eyeliner

Euphoria ha il suo particolare grado di nichilismo adolescenziale. Questi ragazzi non stanno solo facendo festa e mandando in fumo le loro vite perché non gli interessa, ma a causa del tempo in cui vivono, si rendono conto che non ha senso fare altro. Una battuta memorabile di Rue è il suo commento: “Il mondo sta finendo e io devo ancora andare al liceo”.

Il liceo è già abbastanza difficile per questi personaggi, ma deve essere ancora peggio quando sembra che non abbia più senso nemmeno andarci. A parte il simpatico personaggio di Lexi, nessun altro sembra preoccuparsi veramente della scuola o dello studio, dato che sono le feste, il sesso e la droga ad essere più attraenti.

Nata nel trauma

Euphoria_lunapark

L’episodio si apre con la voce fuori campo di Rue che descrive la propria nascita, appena tre giorni dopo gli attacchi dell’11 settembre. Introdurre il personaggio principale attraverso un attacco terroristico di fama mondiale è una mossa piuttosto audace, ma è un altro modo chiave per capire il mondo di questi personaggi.

La gente non associa spesso un tale disastro a una nuova vita ed è chiaro che anche i genitori di Rue hanno lottato molto per questo. L’episodio pilota suggerisce che Rue è nata durante un trauma e che i suoi genitori hanno dovuto superarlo prima di poterle dedicare la giusta attenzione.

Mentre nessuno è direttamente incolpato della sua tossicodipendenza, non si può negare che lo show implica che era destinata a soffrire fin dall’inizio. I fan noteranno una tendenza simile tra gli altri personaggi che sembrano avere ciascuno la propria tragica storia in Euphoria.

I nudi sono normali

Fonte: My Red Carpet

C’è molta nudità in Euphoria e molte discussioni sulla nudità, in particolare riguardo al messaggio di nudo reciproco. A un certo punto Rue dice: “So che la vostra generazione si affidava ai fiori e al permesso del padre. Ma siamo nel 2019, i nudi sono la moneta dell’amore. Quindi smettila di farci vergognare”.

Parte della controversia dello show sembra voler sottolineare che le questioni discutibili non sono più così scandalose.
Invece, la serie esplora questi concetti in un modo da evidenziare i loro aspetti positivi e negativi. Il modo in cui la visione di nudi è diventato normalizzato è inteso come una cosa generalmente buona per la positività del sesso, ma non senza i suoi rischi.

I fan possono ricordare come i nudi di Jules sono stati usati contro di lei in modo drammatico, causando ancora più danni emotivi al personaggio già ferito.

Porno Vs. Sesso reale

La HBO non è estranea a mostrare contenuti forti che il pubblico non vedrà in molti altri show televisivi. In Euphoria, non solo i personaggi parlano apertamente di porno, ma lo show inserisce alcune clip tra alcuni cambi di scena.

Ma, ancora una volta, si accende un punto di discussione: la maggior parte dei ragazzi nello show imparano il sesso attraverso il porno e non sempre riescono a capire la differenza tra ciò che vedono e il mondo reale.

Questa lezione è evidenziata attraverso la storyline di Kat, che è ancora una delle narrazioni più discusse della serie. Il suo arco narrativo ha scatenato ancora più polemiche intorno a Euphoria, in quanto solleva importanti questioni su come i minori sono influenzati dai contenuti sessuali crudi a cui possono accedere online.

Mascolinità tossica

Come in tutti i teen drama, ci sono diversi gruppi sociali; non ultimi gli atleti – Euphoria ha molto da dire su questo particolare gruppo. Fin dall’introduzione della stella del football Nate, è chiaro che è un tipo abbastanza spaventoso. Recentemente scaricato, Nate è descritto come un tipo che costringe le ragazze nella sua auto, minaccia di violenza, bullismo, descrive i suoi compagni di classe come animali, e “insegna” ai suoi amici come trattare le ragazze.

È uno dei peggiori che perpetra l’atmosfera di mascolinità tossica e non è visto come un simpatico, amabile (anche se fastidioso) atleta. È solo peggiorato nelle ultime due stagioni, dato che Nate ha fatto alcune delle cose peggiori dello show. Ben oltre la mascolinità tossica, ha apertamente mostrato abusi fisici ed emotivi, violenza con le armi e arriva persino a far arrestare ingiustamente qualcuno.

Desiderio non convenzionale

Se gli spettatori avessero mai avuto bisogno di una ragione in più per non guardarlo con i loro genitori, allora sarebbe stata l’inclusione di una relazione BDSM. Lo show non sta cercando di scioccare i fan con la relazione, ma piuttosto con chi coinvolge. Jules è la nuova ragazza della scuola e viene introdotta andando ad un appuntamento per incontrare un dominante molto più grande.

Entro la fine dell’episodio, è chiaro che questo sta stabilendo un punto principale della trama, ma è ancora un altro esempio della durezza nuda e cruda di cui Zendaya stava avvertendo.
Le cose peggiorano solo quando il pubblico si rende conto che si trattava chiaramente di un atto illegale tra un adulto e un minorenne, e le cose diventano ancora più complicate quando è Jules a sopportare il peso dei problemi che derivano da quella notte. È solo una delle numerose relazioni malsane, illegali e tossiche nella serie.

LEGGI ANCHE-> Euphoria 3, data di uscita, cast, trama, streaming e tutto quello che dovete sapere

Violenza

Euphoria_Rue

Forse uno degli elementi più inquietanti di Euphoria è la violenza. L’episodio pilota non va in profondità nella violenza (anche se riesce ad inserire un personaggio che viene quasi accoltellato ad una festa) ma crea un ambiente dove la violenza sembra essere in agguato ovunque: i lividi sulle cosce di Jules, il lato più oscuro della personalità di Nate, è presente nel sesso e nelle relazioni.

I più grandi cattivi come Cal e Nate sono spesso i peggiori perpetratori di violenza fisica ed emotiva e di abuso nello show, ma ci sono anche altre forme che possono essere altrettanto stridenti quando provengono da personaggi simpatici – c’è l’improvviso autolesionismo di Jules nella cucina di Nate e le intense minacce di Rue di uccidere sua madre con un pezzo di vetro. Queste scene violente non fanno che aumentare la controversia su Euphoria, e non è difficile capire perché.

LEGGI ANCHE-> Euphoria è basata su una storia vera? Alcuni fatti curiosi sulla serie tv di successo

Salute mentale

Euphoria

Non è davvero sorprendente che, date le situazioni caotiche in cui spesso si trovano, i personaggi di Euphoria abbiano bisogno di aiuto per migliorare la loro salute mentale. Ciò che lo show fa molto bene, però, è tracciare la linea tra la sensazionalismo e empatia con il comportamento di questi adolescenti.

Questo equilibrio è ciò che dà allo show la sua sensazione di cupo e apocalittico; ogni personaggio è in parti uguali eccitato e respinto dai propri desideri e azioni. E anche il pubblico è destinato a sentirsi ugualmente divertito e rattristato da ciò che sta guardando. Infatti, la maggior parte del conflitto dello show deriva dal paradossale stato psicologico di ciascuno dei suoi personaggi.

Il teen drama è in bilico tra il glamour e la corretta rappresentazione dei problemi che circondano la salute mentale, il che è particolarmente evidente nel caso di Rue. Anche se è stato criticato per essere partito mostrando come le droghe possano essere usate come uno strumento per fuggire o divertirsi con gli amici, Euphoria ha ovviamente anche mostrato come la dipendenza possa influenzare la salute mentale, le relazioni e la vita in generale in modi estremamente negativi.