Better Call Saul 6, il finale di metà stagione prepara una seconda parte completamente diversa

974

Gli eventi sconvolgenti del finale della sesta stagione di Better Call Saul promettono un ultimo capitolo molto diverso, in quanto Jimmy e Kim hanno raggiunto il punto di non ritorno.

Better Call Saul 6

La sesta stagione di Better Call Saul riprenderà a luglio, ma non aspettatevi che la seconda parte assomigli neanche lontanamente alla prima. Il programma di uscita di Better Call Saul si è diviso in due metà con la sesta stagione, il che ha fatto sì che si aspettasse un cliffhanger scioccante per separare le due parti.

L’episodio sette fa esattamente questo. Un Howard Hamlin ubriaco visita l’appartamento di Kim Wexler e Jimmy McGill per congratularsi sarcasticamente con loro per essere riusciti a incastrarlo. La coppia rimane indifferente di fronte alla giusta rabbia di Howard, che avevano chiaramente previsto sarebbe arrivata.

Ahimè però, Jimmy e Kim non avevano previsto che Lalo Salamanca sarebbe apparso e avrebbe sparato a Howard dritto in testa.

L’intensità e la violenza della stagione finale di Better Call Saul sono diverse da quelle che lo spinoff di Jimmy ha osato prima, con due brutali morti dei personaggi principali in soli 7 episodi. Ciò non toglie che Better Call Saul si distingua per la sua comicità. La truffa di Jimmy e Kim a Howard Hamlin si è svolta come un poliziesco in stile The Italian Job.

Jimmy che usufruisce di un cartello di divieto di sosta mentre è vestito da Howard, un attore dilettante che si crede Marlon Brando, il ritorno dei Kettleman che litigano: tutti ottimi esempi del divertimento di Better Call Saul nella sesta stagione. Truffare Howard potrebbe essere stata la trama più oscura di Jimmy e Kim, ma ogni passo ha incorporato i classici trucchi di Saul Goodman.

Better Call Saul 6

Queste cose non possono più accadere nella stagione 6, parte 2, di Better Call Saul. Non appena il cadavere di Howard comincia a versare del liquido sul pavimento dell’appartamento di Kim, un’ombra inevitabile si impossessa di Better Call Saul. Con quell’ombra arriva anche una deviazione di tono che è impossibile da evitare.

Qualunque sia la prossima mossa di Jimmy e Kim – e c’è da scommettere che ci saranno altre stranezze, sia per coprire la morte di Howard sia per placare Lalo Salamanca – sono finiti i giorni in cui si scherzava con gli studenti del college, si escogitavano piani strampalati e si procedeva a tentoni.

La prossima mossa di Jimmy e Kim non sarà quella di mettere in imbarazzo un avvocato o di arricchirsi, ma di evitare la prigione o di placare l’ira di un gangster dalla pistola notoriamente impulsiva. Il tempo degli scherzi e delle battute è finito: la sesta stagione di Better Call Saul, parte 2, sarà una disperata lotta per la sopravvivenza.

Better Call Saul 6

Breaking Bad ha fatto un’inversione di rotta molto simile con la sua stagione finale. Nonostante il frequente numero di omicidi che si sono verificati durante le avventure di Walt e Jesse nel campo delle metanfetamine, i due si sono sempre sentiti come dei coraggiosi sfavoriti che rimbalzavano da un colpo all’altro.

Persino la rapina al treno della quinta stagione di Breaking Bad aveva la sensazione di una rapina nel selvaggio west in cui i cowboy superano astutamente i loro avversari. Ma è arrivato un momento in cui le risate si sono fermate: la morte di Hank Schrader. Quando Walt è costretto a guardare Hank morire, supera un limite morale.

Dopo essersi goduto il piacere di essere Heisenberg, la morte di Hank fa crollare la realtà per Walter White e Breaking Bad assume un tono più morigerato. La morte di Howard Hamlin nella sesta stagione di Better Call Saul serve esattamente allo stesso scopo per Jimmy e Kim. Le emozioni e i brividi sono sostituiti da un’aura di tristezza e senso di colpa, e ciò che deve accadere in seguito avverrà con il cuore pesante.

Better Call Saul 6

Mentre la morte di Hank in Breaking Bad è avvenuta a due episodi dalla fine, il cliffhanger di Howard in Better Call Saul arriva a metà dell’ultima stagione. Ciò significa che l’ombra dell’omicidio di Howard si protrarrà a lungo, coprendo l’intera parte finale della sesta stagione di Better Call Saul.

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6, il finale di metà stagione è sbalorditivo. Recensione episodio 7

E mentre Walter White alla fine ha accettato la morte come pagamento per i suoi peccati, la presenza di Saul in Breaking Bad dimostra che alla fine riesce a superare Howard – o più precisamente a reprimere tutto il dolore sotto il personaggio di “Saul Goodman”, proprio come ha fatto con Chuck.

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6, spiegazione del finale di metà stagione. Episodio 7

Anche se sappiamo che Jimmy alla fine tornerà ai suoi modi saccenti e spacconi, ci aspettiamo che lui e Kim nuotino in una piscina di traumi quando li ritroveremo la sesta stagione di Better Call Saul.