Better Call Saul 6, spiegazione del finale di metà stagione. Episodio 7

760

Better Call Saul 6 aveva promesso qualcosa di imperdonabile per il suo finale di metà stagione, e lo ha certamente mantenuto. Ecco la spiegazione di “Il piano e l’esecuzione”.

Better Call Saul 6

Il cliffhanger di metà stagione di Better Call Saul è una forza da non sottovalutare: ecco il resoconto completo di come “Il piano e l’esecuzione” è stato pianificato ed eseguito. Quando AMC ha annunciato per la prima volta che la stagione finale di Better Call Saul sarebbe arrivata in due parti, i paragoni con Breaking Bad sono stati immediati.

Era stato promesso un cliffhanger da urlo, ma poteva lo spinoff eguagliare l’epifania del bagno di Hank Schrader che Walter White è Heisenberg?

La sesta stagione di Better Call Saul, con l’episodio 7 segna il gran finale del tentativo di Jimmy McGill e Kim Wexler di incastrare Howard Hamlin come tossicodipendente in difficoltà e non idoneo a praticare l’avvocatura, di risolvere rapidamente l’annoso caso Sandpiper e di prendere i 2 milioni di dollari che gli spettano dal fondo comune.

Finora la truffa è andata alla perfezione (più o meno), con Cliff Main di Davies & Main semi-convinto che Howard abbia il naso dappertutto, tranne che sul lavoro. La fase finale si svolge durante una riunione di mediazione della Sandpiper, mentre Jimmy e Kim sono pronti a far sentire la loro influenza.

Questo episodio è un intricato e duro finale della sesta stagione di Better Call Saul, e mette un bel punto esclamativo sulla testa del pubblico prima che gli ultimi episodi inizino ad andare in onda a luglio. L’episodio porta a termine il piano di Jimmy e Kim in modo incredibilmente violento, continua a preparare il terreno per Gus contro Lalo e promette un finale più cupo persino di Breaking Bad. Ecco come e perché tutto si svolge nel modo in cui si svolge.

Perché Jimmy ha rifatto le foto di Casimiro

Better Call Saul 6

Nella puntata precedente della sesta stagione di Better Call Saul è stata lanciata la notizia bomba che Rand Casimiro, il mediatore della Sandpiper che Jimmy ha assunto come attore per impersonare, attualmente ha il braccio sinistro ingessato. Ciò significa che le false foto che mostrano Jimmy mentre consegna a “Casimiro” un pacco fuori dalla Saul Goodman & Associates sono inutili.

Nel tentativo di rimediare a questo clamoroso errore Jimmy riunisce frettolosamente i suoi aiutanti storici: l’attore e la troupe cinematografica del college. A loro si unisce Kim, che ha completamente abbandonato la sua grande opportunità di carriera per portare con sé materiale di artigianato artistico per un calco in gesso semi-convincente.

Insieme, la squadra ricrea le foto originali sul prato del college, con il finto Casimir che riceve il pacco di Jimmy da una panchina vicina. Il gruppo scatta anche una seconda serie di foto che Better Call Saul non rivela subito, e che ritraggono Jimmy sulla stessa panchina mentre passa un frisbee a un tizio a caso (in realtà l’operatore di ripresa). Queste foto diventeranno importanti in seguito…

L’investigatore privato di Howard è sempre stato la chiave del piano di Jimmy e Kim

Better Call Saul 6

Fino ad ora, un pezzo importante della truffa di Jimmy McGill e Kim Wexler alla Sandpiper era stato tenuto segreto, ma il finale della sesta stagione di Better Call Saul si spinge fino in fondo per scoprire che il pezzo mancante è in realtà… l’investigatore privato di Howard. “Nero e Blu” ha rivelato che Howard ha assunto un investigatore privato per tenere d’occhio i movimenti di Jimmy, certo che l’ombroso “Saul Goodman” abbia ripreso i suoi vecchi intrighi.

L’investigatore privato compare ancora una volta nell’episodio successivo, questa volta guidando Howard attraverso numerose foto innocue di Jimmy mentre svolge le sue attività quotidiane, oltre a uno scatto sospetto in cui il loro obiettivo preleva 20.000 dollari in contanti.

In realtà il detective di Howard ha sempre lavorato con Jimmy e Kim. Proprio Jimmy ha telefonato al loro ufficio settimane prima, spacciandosi per l’agenzia investigativa incaricata dall’azienda e chiedendo di aggiornare i loro dati di contatto. Quando Howard chiama per assumere un investigatore privato, cosa su cui Jimmy e Kim contavano, compone il numero falso e riceve un falso investigatore privato già coinvolto nella truffa.

Howard avrebbe dovuto vedere la foto di Jimmy che ritira 20.000 dollari in una busta a righe, perché quando la stessa busta a righe viene consegnata a Rand Casimiro in un’altra serie di foto dell’investigatore privato, Howard ipotizza immediatamente che il mediatore della Sandpiper stia prendendo tangenti per raggiungere un accordo più rapido.

Per questo Kim interrompe il secondo servizio per assicurarsi che la busta sia visibile. La rivelazione della vera lealtà dell’investigatore è stata buttata in faccia agli spettatori di Better Call Saul per un po’ di tempo: come la nota adesiva con la lente d’ingrandimento sulla lavagna di pianificazione di Jimmy e Kim…

Spiegata la fase finale di Jimmy e Kim nella truffa di Howard

Better Call Saul 6

Le foto di Rand Casimiro inscenate da Jimmy e Kim hanno lo scopo di far dubitare Howard dell’integrità imparziale del giudice, ma in realtà hanno un ulteriore scopo. Nella sesta puntata di Better Call Saul, Jimmy si è procurato un farmaco stimolante dal dottor Caldera, il veterinario criminale di Better Call Saul.

Gocce di questo farmaco vengono spalmate sulle foto falsificate prima di essere messe in una busta marrone e consegnate all’investigatore privato in attesa. Poiché Jimmy e Kim indossano entrambi i guanti (e l’investigatore privato tocca la busta), Howard Hamlin è l’unica anima sfortunata a entrare in contatto la sostanza.

Lo stimolante dilata le pupille, provoca nervosismo e in generale ricrea i sintomi comuni della tossicodipendenza.
Howard Hamlin entra alla riunione di mediazione della Sandpiper con l’aria di chi si è scolato un barile di espresso, così quando riconosce in Rand Casimiro l’uomo che Jimmy stava corrompendo nelle fotografie scattate dal suo “investigatore privato”, Howard perde la testa.

Gli altri partecipanti, Cliff Main in primis, sono scettici su queste accuse e notano lo stato di sudorazione e gli occhi spalancati di Howard, ma il momento clou per Jimmy e Kim arriva quando le foto dell’investigatore privato vengono portate nella stanza. All’insaputa di Howard, il suo falso detective ha scambiato le foto di Casimiro di Jimmy con il set di Frisbee. Quando Hamlin, infuriato, rivela queste immagini senza senso ai suoi colleghi, sembra solo più fuori di testa e per niente credibile.

Il piano ha esattamente l’effetto voluto da Jimmy e Kim. L’apparizione di Howard come un tossicodipendente stravagante in piena vista dei rappresentanti della Sandpiper dà un colpo devastante al caso. Ora che il caso è in mano a Schweikart e Cokely (gli avvocati di Sandpiper) fanno un’offerta ridotta che continuerà a scendere ogni giorno fino a quando la questione non sarà risolta.

Anche se Howard potrebbe dimostrare la sua innocenza a causa dell’errata modifica del numero del falso detective, Cliff Main fa notare che il danno è già stato fatto. Kim e Jimmy ridono insieme a ogni secondo di dolore di Howard.

Nel sesto episodio, Jimmy fa fingere a Francesca di essere la figlia di un residente della Sandpiper per ottenere un codice di accesso all’incontro di mediazione. A quanto pare, questo è stato fatto per permettere a Jimmy e Kim di origliare la teleconferenza e verificare che il loro piano stesse funzionando. Sentire Howard che si contorce è un piacevole bonus.

Come Lalo Salamanca ha la meglio su Gus Fring

Better Call Saul 6

Quando il volto sorridente di Tony Dalton è apparso per l’ultima volta in Better Call Saul, Lalo Salamanca stava facendo danno in Europa tormentando Casper, uno dei fedeli dipendenti di Werner Ziegler del progetto del superlaboratorio Gus Fring. La prima metà della loro conversazione si è svolta nell’episodio sei, con un Lalo ferito che prometteva di torturare Casper se non avesse vuotato il sacco.

Il finale della sesta stagione di Better Call Saul si apre con Lalo di nuovo in New Mexico, lasciando il resto della conversazione all’immaginazione del pubblico. Possiamo supporre che l’operaio edile croato abbia ceduto sotto tortura, dicendo a Lalo tutto quello che sapeva sulla gigantesca cavità sotto la Lavandería Brillante.

Per evitare di essere individuato dall’esercito di sentinelle di Mike Ehrmantraut, Lalo Salamanca si avvicina al sito del superlaboratorio attraverso un tombino in una strada completamente diversa. Si è anche assicurato di portare con sé una videocamera per registrare le prove delle sue scoperte e registra un messaggio introduttivo di Don Eladio che spiega com’è arrivato lì.

Lalo Salamanca dà poi la migliore dimostrazione della sua astuzia, telefona a Hector Salamanca – presumibilmente per aggiornare lo zio sul superlaboratorio e sulla Germania – ma quando Casa Tranquila lo mette in attesa, l’uomo nota uno strano crepitio sopra la musica. Questo rumore conferma che la linea è sotto controllo e non ci vuole molto per dedurre che è Gus Fring a farlo.

Con un colpo di genio, Lalo chiama di nuovo ma mente a Hector, affermando che non ci sono prove della colpevolezza di Fring e che sta tornando al piano originale di vendetta a sangue freddo. Ovviamente si tratta di una menzogna e Hector si infuria per l’imprudenza del nipote, ma le parole di Lalo sono un puro depistaggio, poiché sa che la chiamata arriverà alle orecchie di Gus Fring.

L’Uomo del Pollo si aspetta ora un’invasione frontale in casa sua, distogliendo l’attenzione dal vero obiettivo di Lalo, il superlaboratorio.

Cosa vuole Lalo Salamanca da Jimmy e Kim?

Better Call Saul 6

Nonostante l’inganno di Gus Fring, Lalo non riesce a entrare immediatamente nel sito del superlaboratorio. In cerca di una scintilla di ispirazione, Lalo scorge uno scarafaggio nelle fogne e si ricorda subito del suo amico avvocato Saul Goodman (che aveva già chiamato scarafaggio nella quinta stagione di Better Call Saul, da cui il collegamento).

Grazie alla telefonata a Hector, Gus crede che la sua casa sia minacciata, così Mike richiama sul posto il maggior numero possibile di guardie. Questo lascia Jimmy e Kim – che Mike aveva precedentemente pedinato – esposti, permettendo a Lalo Salamanca di entrare dalla finestra del loro appartamento senza essere visto.

La sesta stagione di Better Call Saul si ferma prima che Lalo Salamanca spieghi lo scopo della visita ai due avvocati, ma possiamo già trarre delle ipotesi. Lalo potrebbe volersi vendicare di questi avvocati bugiardi nel lungo periodo, ma la vendetta contro Gus Fring ha la priorità, quindi l’infiltrazione nell’appartamento di Kim non può essere un semplice assassinio: Lalo vuole qualcosa.

Non si sa esattamente cosa voglia da Jimmy e Kim, ma è probabile che il subdolo Salamanca trovi una via d’accesso al superlaboratorio, magari sfruttando i legami di Jimmy con Mike.

La morte di Howard Hamlin definirà il finale per Jimmy e Kim

Better Call Saul 6

Non è troppo azzardato suggerire che la morte di Howard Hamlin incomberà pesantemente sui restanti episodi di Better Call Saul. Il cadavere fresco di un importante avvocato sta ora decorando il pavimento dell’appartamento di Kim, e l’uomo responsabile è ufficialmente considerato morto dalle autorità.

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6: Cosa significa davvero quella casa rossa (perché è un male per Gus)

Jimmy e Kim non possono certo chiamare la polizia e, anche se riuscissero a disfarsi del corpo (Walter White conosce un trucco per farlo…), la scomparsa di Howard farà presto scalpore. Dato il recente cattivo sangue tra i due, Jimmy McGill sarebbe sicuramente tra i primi sospettati. Forse è in questo modo che Lalo Salamanca riesce a fare leva sui suoi due “scarafaggi”.

Il gangster ha molta più esperienza di Jimmy e Kim nel coprire gli omicidi; se Lalo risolve il loro problema con Howard, loro potrebbero risolvere il suo problema con Gus Fring.

LEGGI ANCHE-> Better Call Saul 6, il finale di metà stagione è sbalorditivo. Recensione episodio 7

Jimmy McGill e Kim Wexler devono ricostruire l’omicidio di Howard in modo che sembri che l’avvocato si sia tolto la vita, oppure dimostrare che Lalo Salamanca ha premuto il grilletto dopo essere risorto prima della fine di Better Call Saul. Se non ci riusciranno, la prigione li attende – e forse questo spiegherebbe l’assenza di Kim in Breaking Bad.