“N. S. O. E.” il romanzo di Vansky copertina

«C’era una volta, da qualche parte nel mondo, un posto magico dove le distese pianeggianti sembravano infinite e le steppe sconfinate, a perdersi nell’orizzonte lontano. Gli alberi erano perennemente ricoperti di foglie, i fiumi scorrevano limpidi a gettarsi nei laghi pieni di pesci, mentre i fiori regalavano le forme e i colori più belli durante tutto l’anno. Il cielo era sgombro da nuvole, i riflessi del sole offrivano a tutte le creature, che in quel pezzo di terra vivevano, il loro caldo tepore e l’aria era intrisa dei profumi intensi della natura. Immerso in tanta bellezza, ogni essere che posava piede in quel luogo non avrebbe potuto chiedere niente di più, tutti infatti sembravano sereni e in pace». Inizia così, con una favola e come una favola, il romanzo di Vansky, “N. S. O. E.”, ma non si tratta di un libro per bambini, ma per adulti che hanno smarrito i propri sogni. Il sogno irrealizzato, infatti, è il cuore del romanzo, che vede protagoniste sette persone sconosciute intraprendere un viaggio per conoscere meglio se stesse e superare i fantasmi che si portano dentro. Il processo di “reclutamento” di queste persone è abbastanza bizzarro. Un Pastore, non meglio identificato, ha organizzato un viaggio a cui possono accedere coloro che si candideranno raccontando il loro sogno mai realizzato. Dopo una attenta selezione, vengono individuate queste sette persone, che si ritrovano a viaggiare per gli Stati Uniti. Il viaggio parte da New York e termina a Los Angeles, passando per altre importanti città e luoghi simbolo dell’America, come Saint Louis, Gran Canion, Monument Valley. In totale le tappe, comprese partenza e arrivo, sono ventotto, a cui l’autore dedica un capitolo ciascuna. I sette personaggi portano dentro di sé una storia, un passato, un ricordo, un affetto, i quali rappresentano una ferita ancora aperta e che credono di non riuscire più a rimarginare. Con questo viaggio, il Pastore riuscirà a far tirare fuori ad ognuno di loro il macigno che portano dentro, ma soprattutto comprenderanno che i sogni sono possibili da raggiungere, basta mettersi in viaggio: «la direzione che prendiamo ci conduce sempre al luogo in cui vogliamo andare, a volte spingendoci con forza, a volte abbandonandoci, altre accompagnandoci, altre invece rimanendo in attesa di qualcuno che ci venga a prendere. E quando si sarebbe sentito smarrito, senza sapere dove andare, era certo che esisteva un posto, lì dove dimorano i sogni, quelli di tutti, quelli assurdi e irraggiungibili, quelli irrealizzabili e folli, quelli taciuti e mascherati, quelli che poi un giorno si realizzano e ti confermano che nulla ti può fermare quando parti alla loro ricerca». “N. S. O. E.” è un romanzo che parla di vita e del desiderio di vivere la propria esistenza in pienezza, dimostrandoci che i sogni, anche quando ci sembrano impossibili, hanno sempre una strada nuova che ci conduce ad essi.

Contatti
https://www.instagram.com/vanskywriter/?hl=en

https://www.amazon.it/N-S-Vansky
https://www.ibs.it/nsoe-libro-vansky
https://www.lafeltrinelli.it/libri/vansky

Titolo: N. S. O. E.
Autore: Vansky
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Self-publishing
Pagine: 268
Prezzo: 16,00 €
Codice ISBN: 978-88-316-88-079