AN15 nasce negli anni del post-punk nell’Area Metropolitana di Milano. Fonda il collettivo artistico Box Position (Milano art collective – music – writing – contemporary underground) insieme a produttori musicali, musicisti, artisti, dj’s. Attualmente si dedica all’organizzazione di eventi musicali nella scena underground. Nel 2017 Habanero/Erga Edizioni pubblicano il suo primo romanzo “Gatti nei Sacchi di Plastica”. La sua ultima opera è “Underdog”  edito da Algra Editore, 2020.

«Di cosa parla il tuo nuovo romanzo Underdog?».
Underdog racconta la vita di un gruppo di amici nati negli anni 80, ai margini di una grande metropoli. Il destino non ha fornito loro una mano vincente di carte e quello che vogliono ottenere, lo devono fare aiutati solo dalla loro volontà e la fiamma dei loro desideri. Per diventare pianista professionista Gina dovrà quindi lavorare come cameriera part-time in un ristorante della zona. Per salire su un palco importante Antonio dovrà prendere la sua chitarra e volare con quattro soldi in tasca a NYC. Per pagare l’affitto Hansel dovrà fare da Tour manager alla rock star più capricciosa del pianeta e Arturo spaccarsi le mani in catena di montaggio. In fondo è la storia di una strana generazione a cavallo del millennio alla quale hanno detto che i sogni si possono realizzare, senza alcuna certezza di un futuro. Ma tra una delusione e una battaglia, c’è anche tanto puro divertimento.

«La storia raccontata in Underdog ha radici autobiografiche? Quali sono le motivazioni che ti hanno spinta a scriverla?».
Io penso che si debba scrivere di ciò che si conosce, questo fa si che ogni riferimento sia in parte autobiografico. Nonostante ciò è un romanzo, ed è invenzione. Underdog è il mio secondo lavoro, ma ho cominciato a scriverlo tantissimo tempo fa, era diventato come un vademecum, un prendere appunti costante e critico su quello che è il mio contesto socio culturale. Volevo comunicare delle convinzioni lontane da quel che si definisce il Pensiero Unico.

«Vuoi descriverci l’intenso personaggio di Hansel?».
Hansel avrebbe desiderato vivere in un contesto sufficientemente felice da non aver dovuto strutturarsi come quell’essere così ostinatamente antagonista e disperato che è.

«Dalla tua opera “I miei cani sciolti, randagi idrofobi. Loro sono come me. Adatti a me, la mia sopravvivenza”. È ciò che pensa Hansel del suo gruppo di amici, dei ragazzi molto originali, legati all’ambiente underground. Ma c’è un personaggio in particolare che ha stuzzicato la mia fantasia. Chi è il “principe dei reietti”, e quale filosofia di vita veicola?».
Il Principe dei Reietti è un po’ un santone laico, un iconoclasta, un buono illuminato che vuole svegliare le brave coscienze, incendiarle e far sì che un seguito di buoni e forti possa diventare massa critica.

«InUnderdogè presente tanta musica interessante. Dalla tua opera: “L’atmosfera si scalda progressivamente, metro dopo metro, chilometro dopo chilometro, gli animi si rimescolano, si è passati a una selezione musicale simpatizzante-industrial con i buoni Einstürzende Neubauten alle prese con trapani ruspanti per poi addolcirsi con Trent Reznor e le sue stonature vocali, tutto fila nella direzione giusta. È un semaforo rosso a sospendere la corsa, mentre Nick Cave procura un dolce down”. Vuoi consigliarci una colonna sonorada tenere di sottofondo mentre si sta leggendo il tuo libro?».
A parte tutte le canzoni citate nel libro? “Ghosts”, i concept album dei Nine Inch Nails. E la Retro Wave – Synthwave di ORAX, che ha anche contribuito a stendere una parte del libro.

«Quali sono le opere e gli autori che hanno influenzato il tuo percorso di scrittrice?».
Influenzato non saprei, sono cresciuta con Henry Miller, Thomas Mann, Hermann Hesse, Kundera, Michel Houellbecq, William Gibson, Nietzsche, Yamamoto Tsunetomo, Bulgakov, Palahniuk, Schopenhauer, Leopardi, Tondelli e Mark Fisher. Se penso ad un’opera che mi ha ispirato è “l’odio”(La Haine) di Kassovitz, e il romanticismo degli anime giapponesi.

«Sei già a lavoro su un nuovo romanzo? Puoi darci qualche anticipazione?».
Sì, pensavo ad un volume di racconti brevi e ho cominciato a raccogliere materiale per un terzo romanzo, ho già il titolo.

Foto Anna Laugelli

 

Titolo: Underdog
Autore: AN15
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Algra Editore
Pagine: 264
Prezzo: 16,00€
Codice ISBN: 978-88-934-14-012

Contatti
https://www.instagram.com/a.n.1.5/?hl=it
https://www.facebook.com/an15boxposition
http://www.algraeditore.it/
https://www.amazon.it/Underdog-An15/dp/8893414015
https://www.ibs.it/underdog-libro-an15/e/9788893414012