La notte dell’acqua alta cover libro

La notte dell’acqua alta” di Sebastiano Martini, edito da Ensemble si apre su un prologo angosciante, in cui un uomo sta nuotando a largo, e capisce di aver perso le forze per tornare a riva – «Gli mancava il respiro. Decise di affondare, per sempre. Chiuse la bocca senza nemmeno tentare di prendere fiato e si lasciò trascinare dal moto oscuro sotto di sé. Mentre il suo corpo si inabissava senza resistenza, pensò solo a una cosa: “È tutto finito”». L’atmosfera che regna nel prologo ritorna, sebbene più stemperata, nel resto del romanzo, in cui si racconta una storia surreale, con protagonista un uomo che ha davanti a sé una notte cruciale per la sua esistenza.

Max Falconeri è un avvocato quarantenne; si trova a Venezia per un’udienza in tribunale ma in realtà è solo la scusa che maschera una scomoda verità, che non viene rivelata subito al lettore contribuendo a creare un clima di tensione. Max alloggia a casa del suo amico Gabriele, che gli ha prestato la sua deliziosa abitazione al piano terra che affaccia sul canale; il protagonista ama quel posto come ama Venezia – per lui la città più bella al mondo. Siamo a novembre e il tempo non è dei migliori: l’acqua alta ha superato la soglia di tollerabilità e minaccia di arrivare a 170 cm. Nonostante il pericolo di allagamenti, Max si gode la città, particolarmente vuota a causa dell’alluvione in corso; l’autore descrive con attenzione gli angoli più caratteristici di Venezia, mentre Max si perde tra le sue bellezze.

Al “Caffè rosso” incontra un tipo eccentrico, tale Sebastiano Mocenigo, che gli chiede con disinvoltura cosa ci faccia a Venezia il giorno prima dell’apocalisse; in realtà l’uomo sembra inspiegabilmente sapere quali sono i veri progetti di Max, sconosciuti a tutti, e gli consiglia di cambiare i suoi piani. L’autore costruisce lentamente il mistero intorno all’obiettivo di Max, offrendo al lettore una storia suggestiva, che lo intrappola con i suoi non detti. Durante un flashback si scopre finalmente il piano d’azione dell’uomo, che sembra tanto folle quanto coraggioso: una compagnia di assicurazioni ha riaccreditato per sbaglio un risarcimento di ventimila euro al suo studio legale ed egli decide impulsivamente di giocare il denaro al casinò di Venezia, per poter pagare i debiti che ha contratto nel tempo. L’autore di La notte dell’acqua alta segue il suo protagonista mentre arranca faticosamente tra le calle di Venezia, per raggiungere l’agognato casinò; mentre l’acqua sale e devasta, il destino di Max segue lo stesso, distruttivo corso: sarà una rinascita o una caduta definitiva?

Contatti
https://www.facebook.com/sebastiano.martini
https://www.instagram.com/avvseba/?hl=it
https://www.edizioniensemble.it/
https://www.edizioniensemble.it/prodotto/la-notte-dellacqua-alta/
https://www.amazon.it/notte-dellacqua-alta-Sebastiano-Martini

Casa Editrice: Edizioni Ensemble
Collana: Officina
Genere: Narrativa contemporanea
Pagine: 82
Prezzo: 12,00 €